Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Raccolta “porta a porta”, orari di esposizione uguali per tutti e divieto a conferire fuori zona: ecco le nuove regole

Il secondo punto dell’ordinanza ricorda l’obbligo di «utilizzare gli appositi contenitori e sacchi distribuiti da Nausicaa per conferire i rifiuti»

CARRARA – Nuove regole per la raccolta “porta a porta” nel Comune di Carrara a partire dal 1 marzo. La prima novità riguarda gli orari di esposizione dei contenitori che a partire da lunedì prossimo, saranno uguali per tutte le utenze domestiche servite dal porta a porta. Sacchi e mastelli dovranno essere esposti fra le 21.00 del giorno precedente alle 6.00 del giorno di raccolta, nel periodo dal 1 ottobre al 31 maggio e fra le 22.00 del giorno precedente alle 6.00 del giorno di raccolta, nel periodo dal 1 giugno al 30 settembre. Gli orari valgono per le utenze domestiche di tutte le zone del porta a porta (sia quella di prima attivazione sia quelle di nuova estensione) mentre restano i due calendari diversi per la “Zona verso mare”, (dal mare fino alla strada Aurelia esclusa) e per la “Zona verso monti”, (dalla strada Aurelia compresa a salire fino al limite di estensione del servizio). Resta ovviamente la possibilità per Nausicaa Spa di apportare modifiche ai calendari per motivi di organizzazione del servizio, come può accadere ad esempio durante le festività. Per le utenze commerciali comprese nelle aree servite dal porta a porta e per quelle non comprese ma assoggettate ad un servizio porta a porta, gli orari di esposizione sono dalle ore 19:30 del giorno precedente la raccolta, fino alle ore 6:00 del giorno stesso della raccolta.

Il secondo punto dell’ordinanza ricorda l’obbligo di «utilizzare gli appositi contenitori e sacchi distribuiti da Nausicaa per conferire i rifiuti» e invita, durante la fase transitoria di completamento della consegna del materiale da parte dell’azienda, «ad utilizzare sacchi che consentano l’ispezione visiva per la raccolta delle frazioni che non prevedono l’uso del mastello».

Il terzo punto consiste nel divieto di «conferire i rifiuti prodotti dalle utenze delle aree interessate dalla presente ordinanza presso le zone non attualmente interessate al porta a porta (cassonetti per la raccolta stradale dei rifiuti)»: un provvedimento già in vigore nelle aree di prima introduzione del porta a porta, che ora viene ampliato anche alle zone di nuova estensione. Il divieto riguarda anche i cittadini non residenti nel territorio comunale che non possono conferire rifiuti urbani e speciali nei cassonetti del Comune di Carrara.

«Dopo l’estensione del porta a porta nel corso del 2020 a nuove aree del territorio comunale (Avenza Storica, Aurelia/Rotonda dei Marmi, Battilana, Nazzano, Sant’Antonio, Perticata e Melara, Bonascola, Pontecimato, Corvenale, Ficola , Fossola, Fabbrica e Stabbio) e in vista dell’introduzione su Carrara centro del nuovo sistema di raccolta stradale “intelligente”, abbiamo deciso di uniformare gli orari di esposizione dei contenitori per tutta l’area del porta a porta e imporre l’utilizzo di contenitori e sacchi distribuiti da Nausicaa Spa, per agevolare i controlli. Con questo provvedimento inoltre estendiamo il divieto a conferire “fuori zona” a tutta l’area del porta a porta per contrastare il fenomeno della cosiddetta “migrazione dei rifiuti” e il conseguente problema dei conferimenti abusivi», ha sintetizzato il sindaco Francesco De Pasquale dopo aver firmato l’ordinanza.

I rifiuti esposti in violazione di quanto prescritto, potranno non essere ritirati dall’operatore, il quale apporrà la segnalazione di “non conformità”. L’utente avrà quindi l’obbligo di ritirare al più presto i contenitori/sacchi e di differenziare correttamente prima di ri-esporre nuovamente i rifiuti. I trasgressori saranno soggetti alle sanzioni amministrative previste dall’art. 7-bis del D.lgs. 18.08.2000 n°267, che prevede l’applicazione della sanzione pecuniaria amministrativa da € 25,00 a € 500,00.

L’ordinanza infine conferma le modalità di conferimento, il calendario e gli orari di esposizione degli stabilimenti balneari.