Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Ponte Albiano, Cna Massa-Carrara si costituirà parte civile. «Atto dovuto a tutela del territorio»

Il presidente dell'associazione Paolo Bedini: «Il crollo di una delle principali strade di collegamento con l'area della Val di Magra ha creato uno svantaggio economico, sociale e strutturale enorme»

ALBIANO MAGRA – Ponte Albiano Magra, Cna Massa-Carrara si costituirà parte civile. Ad annunciarlo è il presidente dell’associazione Paolo Bedini. “Un atto dovuto a tutela del territorio – commenta -, delle sue imprese e dei suoi abitanti, che è stato profondamente danneggiato. Per la Val di Magra, la Lunigiana e per i confinanti territori liguri il crollo del Ponte Albiano ha avuto la portata di uno tsumani. Il crollo di una delle principali strade di collegamento con l’area della Val di Magra ha creato uno svantaggio economico, sociale e strutturale enorme. Questo va detto, ricordato e ribadito alla luce anche di una situazione pandemica che ha peggiorato un quadro già molto complicato e dai tempi incerti”.

“Ci siamo affidati ad un legale che sta già affrontando il delicato percorso giuridico del crollo del Ponte Morandi. – spiega Bedini – In questi mesi abbiamo più volte incontrato le imprese e ci siamo attivati nei confronti dei rappresentanti del territorio sia a Roma che a Firenze. Crediamo però che sia necessario, come forza associativa del territorio, spingersi oltre portando la nostra azione ad un livello ulteriore indipendentemente da chi sarà giudicato”.