LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Istituzioni, associazioni e sindacati insieme per il rilancio di Massa-Carrara: «Ora attendiamo Giani»

Ieri a Massa il tavolo di confronto per analizzare le principali problematiche del territorio e l’attuale andamento dell’economica apuana

MASSA – Nella giornata di ieri si è tenuto, in comune a Massa, un tavolo di confronto tra le istituzioni che hanno raccolto il grido di allarme lanciato dai sindacati nei giorni scorsi. Sono state analizzate le principali problematiche del territorio e l’attuale andamento dell’economica apuana in modo da trovare soluzioni condivise e concrete alla crisi e alle vertenze territoriali. Erano presenti al primo incontro del tavolo, che ha l’obiettivo di diventare un tavolo permanente, il presidente della Provincia Gianni Lorenzetti, il sindaco di Massa Francesco Persiani, il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale, il segretario generale della Camera di Commercio Enrico Ciabatti, il presidente di Confindustria Massa Carrara Matteo Venturi, i segretari di Cisl Andrea Figaia, Cgil Nicola Del Vecchio, Uil Franco Borghini.

Da una prima osservazione dei dati, è subito emerso come la situazione economica dell’intero comprensorio, già allarmante in termini di occupazione, si sia ulteriormente aggravata in seguito alla pandemia da Covid-19. Sulla base di recenti analisi, oltre il 50% delle imprese apuane ha avuto problemi di liquidità nel corso del 2020, si è perso il 53,4% di fatturato nel settore dell’export rispetto al 2019, si è registrato un calo nelle vendite di macchinari e apparecchiature meccaniche di 241 milioni di euro, il trimestre novembre 2020 – gennaio 2021 ha segnato -540 assunzioni, di cui -310 nel comparto industria e -230 nei servizi, una riduzione del PIL del 11,2%.

A questo quadro, vanno aggiunte questioni aperte da tempo – quali le bonifiche della falda che porterebbero nuovi insediamenti e il rilancio delle zone industriali – ma propedeutiche ad una ripresa complessiva del territorio.

I partecipanti al tavolo hanno quindi convenuto sul fatto che, oltre ad un’unitarietà delle Istituzioni, categorie e sindacati a livello locale, sia necessaria un’azione concreta della Regione Toscana facendosi carico delle iniziative di sua competenza ed iniziando a guardare alla provincia di Massa-Carrara in maniera più decisa e risoluta.

Al termine del tavolo, che si aggiornerà nuovamente a breve, i partecipanti hanno deciso di inviare una lettera condivisa al Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani affinché giunga a Massa-Carrara al fine di illustrare alle istituzioni tutte, alle associazioni e alle parti sociali le possibili modalità di intervento della Regione per il rilancio del territorio apuano, gravato da anni da una pesante crisi economico-occupazione acutizzatasi con l’emergenza sanitaria.