LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Carrara, a marzo arrivano i cassonetti “intelligenti” in centro: ecco dove saranno posizionati

In commissione Ambiente presieduta da Giovanni Montesarchio è stata illustrata la nuova dislocazione delle isole ecologiche per la raccolta differenziata

Più informazioni su

CARRARA – Prende forma la rivoluzione della raccolta dei rifiuti a Carrara centro. Mentre sono in fase di consegna in questi giorni le lettere con cui i residenti vengono convocati a ritirare le tessere che permetteranno di aprire i “cassonetti intelligenti”, alla commissione Ambiente presieduta da Giovanni Montesarchio è stata illustrata la nuova dislocazione delle isole ecologiche. Oltre ai consiglieri comunali hanno partecipato l’assessore all’Ambiente Sarah Scaletti e una nutrita delegazione di Nausicaa Spa, con il presidente Luca Cimino, i consiglieri di amministrazione Gemma Ceccarelli e Riccardo Pollina, il direttore Lucia Venuti e il responsabile del servizio Igiene Urbana Norberto Borzacca. Come ha premesso il presidente Montesarchio in apertura di incontro sulla dislocazione delle isole ecologiche non ci saranno “grandi stravolgimenti e le poche modifiche sono state decise sulla base di esigenze tecniche”.

Lo confermano i numeri: le isole passano dalle attuali 38 a 34. Una riduzione minima, frutto per lo più di “accorpamenti” tra siti eccessivamente vicini: è il caso di via Roma, zona San Ceccardo, via Don Minzoni e viale Potrignano dove alle “doppie” isole distanti poche decine di metri se ne sostituirà una, opportunamente posizionata in zona baricentrica rispetto alle vecchie. L’unica isola a essere effettivamente rimossa sarà quella di via Carriona, zona Lugnola, che per difficoltà e pericolosità di accesso è sempre stata poco utilizzata anche vista la presenza a pochi metri dell’isola di via Cavour, che è stata ovviamente confermata. Tutte le altre isole ecologiche del centro città rimarranno nella posizione attuale o saranno spostate di pochi metri.

“Il riassetto ha seguito due logiche: razionalizzare le isole eccessivamente vicine tra loro, senza stravolgere le abitudini dei cittadini e assicurare al nuovo mezzo la possibilità di effettuare le movimentazioni in sicurezza” ha spiegato l’assessore all’Ambiente Sarah Scaletti, precisando che il numero degli stalli per i parcheggi auto resterà invariato e che il nuovo camion per lo svuotamento dei cassonetti intelligenti ha le stesse dimensioni di quello attualmente utilizzato – e non arrecherà dunque nuove problematiche alla viabilità.

“Si tratta di un progetto importante che procede con i tempi giusti nonostante l’emergenza sanitaria: dopo la conclusione della distribuzione delle tessere avviata in questi giorni, col mese prossimo inizierà la sostituzione dei cassonetti che si concluderà in una decina di giorni” ha spiegato il presidente di Nausicaa Luca Cimino.

Nei dettagli della dislocazione delle isole è entrato l’ingegner Borzacca , spiegando che che alcune isole saranno state spostate di qualche metro perché il nuovo mezzo per lo svuotamento dei cassonetti ha un meccanismo dall’alto che richiede libertà di manovra in verticale: per questo, ad esempio, un’isola in via don Minzoni oggi situata sotto degli alberi sarà trasferita di 30 metri.

Su input del consigliere di minoranza Lorenzo Lapucci, l’assessore Scaletti ha poi spiegato che a stretto giro partirà anche il progetto di videosorveglianza delle isole ecologiche: “Abbiamo approvato in giunta il progetto definitivo e ora che abbiamo la dislocazione delle isole procederemo con quello esecutivo. Stiamo cercando di ridurre i tempi perché sappiamo bene quanto siano importanti le telecamere, per contrastare sia gli abbandoni sia la migrazione dei rifiuti dalle zone del porta a porta”.

Più informazioni su