LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Le sorgenti di Montignoso protagoniste nella “via delle fonti”, il nuovo progetto del Parco Alpi Apuane

L'assessore Petracci: «Turismo ambientale e integrato che promuoverà il nostro territorio creando un nuovo legame con la vicina Massa»

MONTIGNOSO – Le fonti e le sorgenti di Montignoso protagoniste e vincitrici del bando promosso dall’Ente Parco Alpi Apuane. “La via delle fonti” sarà infatti un progetto di «turismo ambientale e integrato – spiega l’Assessore Eleonora Petracci – che ci permetterà di recuperare e valorizzare alcuni sentieri in un’ottica di promozione unitaria dei territori comunali di Montignoso e di Massa. Il tutto rispettando le caratteristiche e le peculiarità reciproche. Le fonti e le sorgenti saranno così il trait d’union grazie a percorsi trekking o per mountain bike».

Ma quali saranno le zone interessate dall’intervento? «Grazie al bando, e quindi alla concessione del contributo offerto dal Parco Apuane, a cui si aggiungerà anche un cofinanziamento da parte del Comune, potremo fare degli interventi di manutenzione e nuova cartellonistica e segnaletica, il tutto creando un impostazione grafico-comunicativa che sia ideata in termini di Ambito turistico. In particolare abbiamo pensato a interventi in zona Pasquilio, Santa Croce e Crocello – continua l’Assessora – zone facilmente collegabili ai sentieri del versante massese dalla località Beghescio, e a quelli che dalla frazione di Vietina raggiungono il monte Folgorito. Da qui si estende un patrimonio storico e naturalistico che comprende le trincee della Linea Gotica, la chiesina dei Patrioti Apuani, il Termo. Intorno a Vietina gli interventi interesseranno la strada comunale del Groppo, detto anche sentiero della Maestà del Tarsetto, il sentiero del Fico, la strada comunale di Col di Melo) consente di recuperare e valorizzare strade già presenti nel Catasto Storico Regionale, zone ricche di storia e strettamente legate all’identità del nostro territorio e alla sua cultura. Proprio su Vietina l’Amministrazione ha raccolto anche le richieste e le proposte dei residenti che vogliono valorizzare la frazione e le sue peculiarità storiche e naturalistiche».

In particolare le fonti interessate dal progetto sono: “in fondo ai Poggi” detta anche fontana di Pietro Cardin in via F.lli Buffoni, la sorgente dei lavatoi di Vietina, del Biancolino a Pasquilio nei pressi della località Termo, del Biscio nei pressi della località Crocello.

«Aver avuto accesso al finanziamento del Parco delle Apuane ci riempie di soddisfazione – ha detto Simone Del Sarto Presidente ASD West Coast Trails – ed è un riconoscimento per il lavoro svolto in accordo coi tecnici comunali per creare un progetto che rappresenti un primo passo per la realizzazione di una rete escursionistica locale. Crediamo, e da anni lavoriamo con questo obiettivo, che una rete di sentieri ed itinerari che si sviluppi nelle immediate colline possa rappresentare un tassello importante dell’offerta turistica della Riviera Apuana. Il turismo outdoor è un settore in continua espansione, nella nostra zona può essere praticato dodici mesi all’anno, può garantire posti di lavoro promuovendo nuove e vecchie professionalità, si presta ad essere svolto in sicurezza anche tenendo conto dell’attuale situazione sanitaria. In più, una rete sentieristica ben curata permette una vigilanza attiva sul territorio, cosa importante in un ecosistema delicato come il nostro. L’obiettivo è quello di accrescere la rete di anno in anno, anche con percorsi tematici, insieme alla promozione e manutenzione, coinvolgendo i paesi delle colline in queste attività, per rendere i sentieri ed i percorsi “vivi” e accrescendo il senso di comunità, componente importante per il successo di ogni iniziativa. Come Associazione teniamo a ringraziare le Amministrazioni di Massa e Montignoso con cui abbiamo lavorato in sinergia e con un obiettivo condiviso».