LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Buoni spesa dal Comune di Carrara, oltre mezzo milione di euro alle famiglie in difficoltà foto

Il bilancio dell'iniziativa: 845 domande accolte per un totale di 2947 buoni spesa erogati. La consegna è avvenuta nell’arco di poco più di un mese

CARRARA – 845 domande accolte per un totale di 2947 buoni spesa erogati, corrispondenti a una somma di 197.350 euro. E’ questo in sintesi il bilancio dell’iniziativa lanciata a fine 2020 dall’amministrazione carrarese a sostegno delle famiglie più colpite dalla crisi economica innescata dalla seconda ondata pandemia. Un intervento complessivo da oltre mezzo milione di euro realizzato grazie ai 350.448,74 euro destinati al Comune di Carrara dal Governo con il decreto legge Ristori Ter del 23 novembre 2020, a cui l’amministrazione ha potuto aggiungere altri 200mila euro di risorse proprie.

La consegna dei quasi 3000 buoni è avvenuta nell’arco di poco più di un mese. Il bando si è chiuso il 31 dicembre con 1009 domande pervenute: di queste 9 erano fuori termine, 152 hanno avuto esito negativo e 3 annullate. Restano ancora da erogare 353.098 euro: a breve quindi verranno riaperti i termini che permetteranno a chi ne ha necessità di presentare domanda per i buoni pasto.

«Ringrazio il settore, la sua dirigente e le associazioni di volontariato del sociale e della Protezione Civile per l’enorme lavoro che stanno svolgendo. In questo momento così difficile in cui la solidarietà è un bene quanto mai prezioso, il loro impegno e la loro dedizione sono risorse fondamentali», ha commentato l’assessore al Sociale Anna Lucia Galleni.

Parallelamente a questa iniziativa, l’amministrazione ha stanziato 50mila euro suddivisi tra le associazioni che si occupano della distribuzione del cibo sul territorio: Cai, Casa Rossa e S. Vincenzo hanno siglato una convenzione ad hoc con il Comune, a seguito di una manifestazione di interesse. Rispetto a questa attività a oggi abbiamo un report solo parziale secondo il quale sono stati distribuiti circa 130 pacchi alimentari. I dati sono stati illustrati ieri alla commissione Sociale presieduta da Tiziana Guerra.

Il settore Sociale, oltre ai 550.448 euro stanziati per la seconda ondata della pandemia, tra marzo e giugno del 2020 aveva distribuiti oltre 10.000 buoni spesa per un totale di 518.983,74 euro: 318.983 euro erano stati finanziati dal governo, 120.000 euro erogati dal settore Servizi Sociali del Comune e circa 80.000 in donazioni private. Inoltre erano stati erogati 235mila euro per il fondo affitti, in contributi al canone di locazione, di cui 100mila euro erogati dalla Regione Toscana e 135mila direttamente dal Comune di Carrara.