Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Relitti di imbarcazioni abbandonati in viale Zaccagna, via alla rimozione

Il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale ha firmato le prime di 60 ordinanze. I natanti erano affondati nel porto Riva di Rapallo durante la mareggiata dell’ottobre 2018 e poi abusivamente conferiti nel sito sul litorale carrarese

CARRARA – Il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale ha firmato le prime di 60 ordinanze di rimozione di altrettanti relitti di imbarcazioni illegalmente abbandonanti in un sito di stoccaggio di Viale Zaccagna. I natanti erano affondati nel porto Riva di Rapallo durante la mareggiata dell’ ottobre 2018 e poi abusivamente conferiti nel sito sul litorale carrarese: qui giacciono sotto sequestro da giugno 2019 a seguito dei provvedimenti disposti dalla Procura di Genova.

L’ufficio Ambiente del Comune di Carrara ha predisposto 60 ordinanze, una per ciascuna imbarcazione, per intimare ai responsabili – individuati dalla Procura – la rimozione e il corretto conferimento dei relitti in quanto devono essere trattati alla stregua di rifiuti. Vista la complessità della vicenda, in cui sono coinvolti anche soggetti stranieri o residenti all’estro, e le oggettive difficoltà poste alla rimozione dei relitti, è stato deciso di concedere un ampio margine di tempo per l’adempimento dell’ordinanza, che scadrà a metà ottobre.

A partire da oggi e per i prossimi giorni dunque le ordinanze saranno pubblicate, con gli omissis del caso, sull’albo pretorio del Comune di Carrara, come previsto dalla norma.