Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Movida selvaggia, Fdi: «Dal Sindaco di Carrara parole gravissime: chieda scusa al ragazzo ferito»

CARRARA – “Le parole del sindaco di Carrara che ha commentato il ferimento a bottigliate di un ragazzo lasciano sbigottiti. La frase: “lo spezzino non doveva essere qui” sembra quasi significare che se un ventenne ha rischiato di morire è perché se l’e andata a cercare, che non doveva trovarsi in quel posto a quell’ora”. Interviene così il dipartimento regionale “Legalità Sicurezza Immigrazione” di Fratelli D’Italia Toscana a proposito delle parole del Sindaco Francesco De Pasquale dopo i fatti dello scorso venerdì a Marina di Carrara (qui), quando un ragazzo di 21 anni di La Spezia è stato ferito alla schiena con il vetro una bottiglia rotta. Il primo cittadino aveva infatti sottolineato che il giovane, secondo le norme anti covid che prevedono spostamenti fuori regione solo per specifiche motivazioni, non dovesse trovarsi in quel momento a Marina di Carrara.
“Ci auguriamo che il sindaco non abbia capito il significato di ciò che ha affermato – affermano da Fratelli D’Italia – perché altrimenti le sue sarebbero parole gravissime e giustificazioniste; in ogni caso, lo invitiamo a correggerle ed a chiedere scusa al ragazzo ferito ed alla cittadinanza per la sua incapacità a gestire certe situazioni”.
“In un ottica di prevenzione – suggerisce poi il responsabile del dipartimento “Legalità Sicurezza Immigrazione” Lorenzo Baruzzo – sarebbe necessario che il sindaco emanasse un’ordinanza per vietare la vendita di bevande in bottiglie di vetro. Su tale provvedimento pensiamo che troverebbe d’accordo anche gli esercenti che pur di poter lavorare in tranquillità, cambierebbero volentieri il modo di vendere i loro prodotti”.