Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Asili nido, carichi di lavori eccessivi per le ausiliarie e il Comune taglia le ore». L’allarme della Cgil

«Si vada verso un'internalizzazione dei servizi attraverso l'azienda pubblica partecipata Nausicaa»

CARRARA – Allarme nidi comunali, carico di lavoro eccessivo per le ausiliare. La denuncia arriva da Alessio Menconi della Cgil Fp Massa-Carrara in seguito alla decisione del Comune di Carrara di eliminare le ore aggiuntive al personale ausiliario della cooperativa che ha in appalto i nidi. “A ottobre – ricordano dalla Cgil – con la ripresa della pandemia, denunciammo un aumento esponenziale del carico di lavoro per le ausiliarie: ottenemmo una manciata confusa di ore che non solo servirono per andare incontro al loro carico di lavoro dovuto ad un’organizzazione differente del servizio a causa del Covid-19, ma anche  per l’ampliamento del servizio al sabato. Oggi, mentre il governo proroga lo stato di emergenza fino a marzo, il Comune elimina queste ore nascondendosi dietro all’acquisto di nuovo termoscanner”.

“Dall’alto – sottolinea Menconi – dimenticano che le ausiliarie, oltre a dover occuparsi delle pulizie ordinarie, devono: attenersi ad un profondo programma di sanificazione, nonché accogliere, svestire e preparare bimbe e bimbi, accompagnarli in sezione e nel pomeriggio fare l’operazione inversa, aggiungendo due viaggi verso la spazzatura. Ciò aumenta le attese all’esterno delle strutture dei genitori sia in entrata che in uscita. È questa l’attenzione e la cura che l’ente pone verso un servizio pubblico definito per legge essenziale?”.

“Come sindacato – conclude il segretario della funzione pubblica -, in vista della scadenza dell’appalto, rinnoviamo la nostra posizione propositiva verso un’internalizzazione dei servizi attraverso l’ azienda pubblica partecipata Nausicaa: una gestione che assicurerebbe sicuramente un profilo più alto sotto l’aspetto organizzativo e contrattuale”.