LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Depuratore Lavello, entro il 2022 il completamento dei lavori. Sopralluogo di Persiani e Gaia foto

Il sindaco di Massa: «Ho notato con piacere che sono state effettuate molte opere importanti per il perfezionamento dell’impianto». Il gestore idrico: «La nostra intenzione è di arrivare preparati alla stagione estiva»

MARINA DI MASSA – Nuovo sopralluogo questa mattina da parte dell’Amministrazione comunale di Massa e del consiglio di amministrazione di Gaia Spa al depuratore Lavello 1, a tre mesi di distanza della precedente visita, svoltasi lo scorso ottobre. Il sindaco Francesco Persiani, insieme all’assessore comunale all’ambiente Paolo Balloni, hanno potuto verificare la conclusione degli ultimi interventi di Gaia sul depuratore, che hanno avuto come obiettivo il contenimento degli odori provenienti dalle attività dell’impianto. Sul posto erano presenti anche il presidente di Gaia Spa, Vincenzo Colle e la vice presidente, Michela Consigli, insieme ai tecnici del gestore.

Dopo che nei mesi scorsi era stata eseguita la copertura delle vasche di sedimentazione primaria, il gestore ha adesso terminato la realizzazione delle strutture di copertura nelle parti di impianto destinate allo stoccaggio dei fanghi, del vaglio e delle sabbie e dei relativi filtri per la purificazione dell’aria estratta. Questi interventi erano iniziati lo scorso autunno, dopo l’ottenimento dell’autorizzazione necessaria da parte della Regione Toscana. Le nuove strutture, come hanno potuto osservare in prima persona gli amministratori stamani, sono già in funzione e si stanno svolgendo in questi giorni le ultime attività di collaudo.

Come già annunciato nei mesi scorsi, sul depuratore Lavello 1 ci sono altri due nuovi progetti, che prenderanno il via una volta terminate le operazioni di gara: riguardano l’ottimizzazione del trattamento delle acque di pioggia e il miglioramento del trattamento dei fanghi in uscita: l’importo complessivo stanziato per questi due interventi, che saranno realizzati entro il 2022, è di circa 3 milioni di euro.

«A distanza di pochi mesi dall’ultimo sopralluogo –  ha dichiarato il sindaco Francesco Persiani – assieme all’assessore Balloni, siamo tornati al depuratore Lavello 1 per verificare l’andamento dei lavori e ho notato con piacere che sono state effettuate molte opere importanti per il perfezionamento dell’impianto. Ringrazio il personale e la società Gaia che, accogliendo le nostre richieste, ha provveduto ad apportare velocemente tali migliorie fondamentali anche sotto il profilo ambientale e per la tutela della cittadinanza». Paolo Balloni, assessore all’ambiente del Comune di Massa: «Tra i vari problemi ambientali che stiamo affrontando, quello della depurazione ha una rilevanza centrale in quanto funzionale e strategico al mantenimento dell’eccellente qualità delle acque, quindi anche in un’ottica turistica».

Hanno dichiarato il presidente di Gaia, Colle e la vice presidente, Consigli: «Concentriamo i nostri sforzi sulle opere di potenziamento degli impianti nel territorio di Massa, e con il tempo stiamo raggiungendo risultati molto incoraggianti, che hanno consentito di superare molte criticità prima esistenti. La nostra intenzione è di arrivare preparati alla stagione estiva, come contributo per la qualità delle acque di balneazione a beneficio di tutta la collettività, e anche del turismo del nostro territorio. Ricordiamo che il depuratore Lavello 1 lavora ormai da più di un anno e mezzo nella nuova configurazione potenziata, essendosi conclusi a maggio 2019 i lavori di ristrutturazione più significativi previsti sull’impianto. Andiamo avanti con le nuove opere».

Presso l’impianto di Lavello 1, che ha di recente ricevuto l’Aua (Autorizzazione Unica Ambientale) definitiva, è stata installata anche una nuova centrifuga ad alto rendimento per la disidratazione dei fanghi. Adesso, i nuovi progetti in partenza sul depuratore si prefiggono diversi obiettivi: il progetto riguardante le acque di pioggia – ha spiegato il gestore – prevede la realizzazione di una nuova vasca di accumulo dove l’acqua verrà stoccata e disinfettata in maniera più efficiente ed efficace. «Questo intervento – ha aggiunto Gaia – consentirà di superare definitivamente le criticità che emergono in presenza di forti temporali o in generale di eventi meteorici di rilievo, riducendo l’entrata in funzione del sistema del bypass e contribuendo a salvaguardare la qualità delle acque di balneazione sulla costa. Per quanto riguarda invece la progettazione dei lavori finalizzati al miglioramento del trattamento dei fanghi, Gaia ha in progetto di efficientare le stabilizzazioni anaerobiche dell’impianto, che consentiranno di avere un fango più secco e più stabilizzato in alimentazione alla centrifuga, cosa che avrà come effetto previsto una minor produzione di fango da smaltire. Inoltre, in questo caso l’obiettivo è anche risparmiare energia: infatti, durante questo intervento sarà installato un sistema di recupero energetico che permetterà di recuperare energia e calore a partire dal biogas prodotto dal processo di digestione anaerobica».

Ulteriori novità provengono anche dal depuratore Lavello 2, dove i lavori sulle acque di by-pass sono pressoché completati e a breve si procederà alla ottimizzazione del sistema di misura delle acque del by-pass. È inoltre in corso di definizione la progettazione relativa all’installazione di una nuova centrifuga più performante rispetto a quella attualmente in uso, degli ispessitori dinamici per l’ottimizzazione della linea fanghi. Per il miglioramento delle condizioni ambientali è prevista anche l’installazione di due impianti di trattamento degli odori, per i locali di pretrattamento e per il locale fanghi.