LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Sport acquatici e una “palestra a cielo aperto”: all’idrovora una spiaggia da vivere tutto l’anno foto

Partirà a breve la gara per l’affidamento della gestione della “nuova” spiaggia libera del Comune di Carrara. L’arenile sarà completamente rinnovato grazie all’allestimento di nuove strutture

Più informazioni su

MARINA DI CARRARA – Incentivare l’utilizzo della spiaggia 365 giorni all’anno attraverso l’apertura non stagionale ma annuale del punto ristoro e la predisposizione di una vigilanza continuativa che scoraggi atti vandalici e degrado; premiare  i progetti che prevedano lo svolgimento di attività sportive acquatiche; valorizzare le proposte che contemplino anche all’inclusione sociale, con particolare riferimento alle persone con disabilità. Sono questi gli indirizzi che l’amministrazione comunale ha indicato in vista dell’indizione della gara per l’affidamento della gestione della “nuova” spiaggia libera dell’Idrovora. Quell’arenile infatti, dall’estate 2021, sarà completamente rinnovato grazie all’allestimento di nuove strutture: la spiaggia sarà attrezzata con servizi espressamente dedicati allo sport. Oltre ai nuovi servizi igienici e a un chiosco-bar con bevande e spuntini, i bagnanti potranno usufruire di una “palestra a cielo aperto” e di uno spazio per le attrezzature degli sport acquatici. Una sporting beach come quelle delle destinazioni balneari più gettonate.

«Crediamo molto in questo progetto – ha detto l’assessore Andrea Raggi, titolare della delega alle Opere pubbliche e allo sport -. Dopo tante difficoltà, siamo veramente alla fase cruciale. A breve sarà bandita la gara per affidare la gestione mentre sulla spiaggia sono già visibili le nuove strutture: per questo come amministrazione abbiamo voluto dare degli indirizzi precisi con il dichiarato intento di far vivere quel sito tutto l’anno, non solo durante l’estate. Il mare e l’arenile hanno una loro vita anche nelle altre stagioni, per gli sportivi e non solo».

«Una spiaggia frequentata tutto l’anno è sicuramente un valore aggiunto anche in termini di turismo – ha aggiunto l’assessore al Turismo Federica Forti – Vogliamo incentivare questa mentalità: tra i balneari, prima dell’emergenza Covid, qualcuno aveva iniziato a intraprendere un percorso analogo e ci aveva sollecitato in tal senso. Non appena sarà possibile ci confronteremo con loro nella speranza che superata la pandemia, non solo la spiaggia dell’idrovora ma gran parte del nostro litorale possa vivere 365 giorni all’anno».

Più informazioni su