LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Impianto di depurazione di Castelpoggio, 90mila euro per manutenzione e ammodernamento foto

Le lavorazioni previste consentiranno di razionalizzare e migliorare il trattamento depurativo, riducendo l'attivazione del bypass in caso di forti piogge e anche contenendo l'emissione di cattivi odori dall'impianto

CARRARA – Sono iniziati lunedì 11 gennaio i lavori di manutenzione e ammodernamento dell’impianto di depurazione di Castelpoggio, frazione del Comune di Carrara, che hanno l’obiettivo di rendere più efficiente il sistema di depurazione, migliorando le caratteristiche dei reflui e quindi impattando positivamente sull’ambiente naturale circostante. L’impianto, raggiungibile da via Giacomo Ricci, è un piccolo impianto di trattamento a fanghi attivi dalla potenzialità di 600 abitanti equivalenti.

Il depuratore presenta criticità in alcuni comparti su cui risulta necessario intervenire. L’intervento sarà incentrato principalmente nell’ammodernamento di alcune componenti elettromeccaniche; la tempistica prevista per la durata dei lavori è di circa 45 giorni, pertanto si stima potranno terminare a inizio marzo. L’investimento complessivo è di circa 90 mila euro.

“Siamo soddisfatti per questo investimento sulla depurazione nel nostro territorio – ha commentato il sindaco, Francesco De Pasquale: si tratta infatti di una nuova opera, dopo le altre già annunciate nei mesi scorsi, che è frutto di un proficuo dialogo con il Gaia con il dichiarato intento di migliorare la tutela dell’ambiente”.

“L’impegno del gestore nel settore della depurazione delle acque reflue è rivolto ai piccoli come ai grandi impianti, perseguendo l’obiettivo di migliorare i processi con l’effetto finale di salvaguardare l’ambiente circostante e non ultimo anche di contenere gli odori”, ha dichiarato il presidente di Gaia, Vincenzo Colle.

Le lavorazioni previste, come anticipato, consentiranno di razionalizzare e migliorare il trattamento depurativo, riducendo l’attivazione del bypass in caso di forti piogge e anche contenendo l’emissione di cattivi odori dall’impianto. L’intervento prevede nel dettaglio: il potenziamento della fase di grigliatura; l’ammodernamento del sistema di fornitura dell’ossigeno e di miscelazione nella vasca di ossidazione; la realizzazione di nuove lame paraschiume e profilo Thompson nella vasca di sedimentazione; la sistemazione del sistema di ricircolo e di supero dei fanghi; opere accessorie in carpenteria metallica.