LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Tumori della pelle e diagnostica gratuita, la campagna “Occhio al Neo” arriva a Fivizzano foto

Nuovo step per la campagna organizzata da Nausicaa Spa, la multiservizi del Comune di Carrara, sotto la direzione scientifica del dottor Giovanni Bagnoni. Ecco come prenotarsi

FIVIZZANO – Arriva anche alla Farmacia Nausicaa di Fivizzano “Occhio al Neo”, la campagna gratuita di diagnostica precoce dei tumori della pelle organizzata da Nausicaa Spa, la multiservizi del Comune di Carrara, sotto la direzione scientifica del dottor Giovanni Bagnoni. A partire da lunedì 25 gennaio presso la Farmacia Nausicaa di Fivizzano i cittadini che avranno prenotato potranno sottoporsi al check up gratuito: gli appuntamenti possono essere fissati tramite il sito web www.nausicaacarrara.it seguendo il percorso sul menu principale Farmacie > Occhio al neo: check up gratuiti > Prenota la tua visita gratuita e poi selezionando la farmacia e l’orario. In caso di orario già occupato, è comunque possibile registrarsi per “mettersi in coda” e accedere in caso di disdetta. La prenotazione è possibile anche telefonando al numero 0585-92052 o recandosi direttamente presso la farmacia Nausicaa di Fivizzano in Piazza Vittorio Emanuele II.

La visita durerà circa 20 minuti durante i quali il paziente dovrà indicare il neo sospetto – o fino a tre nei – e i farmacisti, formati a dovere, acquisiranno l’immagine con un dermatoscopio di ultima generazione. Le immagini saranno poi girate agli specialisti dello staff del dottor Bagnoni per le valutazioni del caso. I partecipanti potranno poi ritirare il referto – che arriverà dopo sette giorni – direttamente in farmacia, ma in caso di problemi, saranno contattati direttamente dall’Asl per recarsi presso le strutture sanitarie ed effettuare gli approfondimenti del caso.

Nausicaa ricorda che le visite saranno effettuate nel pieno rispetto delle normative anti-covid e i partecipanti potranno essere accolti in ambienti sicuri e sanificati. L’azienda evidenzia inoltre che questa iniziativa, soprattutto in tempi di coronavirus, è fondamentale per alleggerire l’affluenza alle strutture sanitarie Asl ed evitare code e assembramenti per i controlli di screening su patologie molto serie come il melanoma e i tumori della pelle.