LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Troppa neve a Zeri, zone semi-isolate: «Le imprese stanno lottando da giorni per liberare le strade»

Coldiretti fa suo l'appello del sindaco Petacchi: «Si attivi lo stato di calamità naturale. La situazione è davvero molto critica»

ZERI – A Zeri (Massa-Carrara), in Lunigiana, patria della pecora zerasca, tanta neve (fino a 2 metri al Passo dei Due Santi) come quella caduta in questi giorni non la vedevano da almeno vent’anni. Dopo otto giorni di nevicate quasi incessanti la situazione è molto critica nonostante il giorno di tregua. In grande difficoltà le imprese agricole, diverse le stalle isolate che possono essere raggiunte solo con mezzi cingolati. Tanta la preoccupazione per il rischio valanghe.

A tracciare un primo monitoraggio è Coldiretti Massa-Carrara che sta seguendo l’evolversi dell’emergenza maltempo in Lunigiana. “Molte aziende, che si trovano in aree ostiche e svantaggiate e già difficili da raggiungere in condizioni di normalità, sono ancora parzialmente isolate a causa della presenza della neve senza dimenticare i problemi legati alla circolazione, alla continuità delle linee elettriche e telefoniche. – spiega Francesca Ferrari, presidente Coldiretti Massa-Carrara – Le imprese stanno lottando da giorni per rendere percorribili le strade che portano alle stalle. Ci uniamo all’appello del sindaco (leggi QUI) nel chiedere lo stato di calamità naturale. La situazione è davvero molto critica ed i prossimi giorni possono essere ancora più pesanti”.