LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Fine settimana in zona gialla ma non è un liberi tutti». L’appello di De Pasquale

Il sindaco di Carrara nel suo messaggio del venerdì: «Il rientro a scuola è avvenuto senza che si registrassero criticità di rilievo»

CARRARA – Riportiamo di seguito il messaggio settimanale alla cittadinanza del sindaco di Carrara, Francesco De Pasquale.

Buona sera,
eccoci al consueto appuntamento del venerdì per l’aggiornamento della situazione covid nella nostra città. Stando ai dati del sistema informatico dell’azienda sanitaria, a Carrara abbiamo 176 casi attivi: di questi 164 sono persone in isolamento a domicilio, 11 sono ricoverate in ospedale e una ospite in struttura. Si tratta come vedete di numeri contenuti che però sono il risultato di un ritardo nell’aggiornamento dei dati. Sappiamo infatti che purtroppo anche nella nostra zona l’epidemia ha ripreso a correre e come ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza nel suo intervento alla Camera dei Deputati, la terza ondata potrebbe essere davvero dietro l’angolo.

Dopo la prima settimana di lezione in presenza per le scuole superiori, ci tengo a informare tutti che il rientro in classe è avvenuto senza che si registrassero criticità di rilievo. Come sapete era soprattutto l’aspetto del trasporto pubblico a destare preoccupazione per il timore di assembramenti. Il sistema predisposto dalle istituzioni, con il potenziamento delle corse e i controlli delle associazioni che fanno capo alla Protezione Civile alle fermate più frequentate, si è rivelato in effetti efficace. Al riguardo voglio rassicurare gli studenti del liceo scientifico Marconi che si sono rivolti a me per chiedere un potenziamento delle corse anche il sabato: in questo momento, con le lezioni in presenza limitate al 50% degli studenti, questo intervento non è necessario. Mi impegno fin d’ora a rilanciare la proposta laddove cambiassero le condizioni e per questo vi chiedo di continuare a tenermi aggiornato.

E proprio pensando ai giovani non posso che tornare a lanciare un appello alla prudenza soprattutto in vista del fine settimana che si preannuncia in zona gialla. Questo non è un liberi tutti. Al contrario come dicevo in apertura, abbiamo segnali chiari di un nuovo preoccupante peggioramento della pandemia. Chiedo quindi a tutti di continuare a prestare la massima attenzione: lavatevi spesso le mani, indossate sempre la mascherina e mantenete le distanze. Solo attenendoci tutti con rigore alle norme anti contagio potremo procedere speditamente con la campagna di vaccinazione, l’unica arma che abbiamo per liberarci davvero una volta per tutte della pandemia.