LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Un nuovo impianto idrovoro per la foce di Poveromo: via ai lavori in estate

Maxi finanziamento del Ministero per la sistemazione idraulica della frazione densamente popolata. Il Consorzio di Bonifica realizzerà nel 2021 gli interventi per allargare un tratto del canale e per costruire la struttura

MARINA DI MASSA – Inizieranno con l’estate i lavori per la sistemazione idraulica della zona di Poveromo a Marina di Massa, resi possibili da un maxi finanziamento ministeriale di 5 milioni di euro, ottenuto dal Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord. L’importante stanziamento è stato ottenuto grazie all’impegno degli enti: la Regione Toscana, sentito il parere dell’Autorità di Distretto, ha inizialmente finanziato al Consorzio un progetto idraulico volto a risolvere i problemi dell’area, poi presentato al Ministero e da esso accolto. Con un successivo accordo fra Ministero e Regione è stato infine attivato lo stanziamento che permetterà al Consorzio di occuparsi della realizzazione delle opere.

La storia descrive la frazione di Poveromo come anticamente paludosa, bonificata nei primi anni del ‘900 a seguito dello sviluppo del turismo balneare. La crescente urbanizzazione, avvenuta dal secondo dopoguerra, ha cambiato ancora il volto di Poveromo che oggi può contare solo sull’antico corso d’acqua in cui defluiscono tutte le acque superficiali e di pioggia dell’intero bacino.

“L’adeguamento idraulico dell’intera frazione è una nostra priorità, dimostrata dagli studi che abbiamo realizzato per la sua messa in sicurezza. – spiega il presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi – L’intervento che andremo a realizzare in questo anno è importante, come dimostra l’importo finanziato dal Ministero, e riguarda la sistemazione del tratto terminale del fosso Poveromo, da via delle Macchie fino al mare. Inoltre, alla foce, costruiremo un nuovo impianto idrovoro che scolmerà acqua dal canale per evitare che si verifichino i problemi di stagnazione e gli allagamenti che abbiamo purtroppo registrato in passato.”

Sono circa 600 i metri del corso d’acqua interessati dal maxi cantiere. Si parte da via delle Macchie con la sistemazione complessiva del letto e delle sponde del canale, che sarà adeguato per contenere una quantità maggiore di acqua. Le pompe del nuovo impianto idrovoro, che avranno portata complessiva di 12.000 litri al secondo, riusciranno a far defluire il Poveromo anche durante le mareggiate. Uno dei problemi infatti, oltre alla attuale portata del canale non più adeguata alle esigenze del territorio, è sempre stata l’incapacità di deflusso in mare per via della duna sabbiosa che si forma alla foce a causa del moto ondoso.

“Nel corso degli eventi piovosi più significativi degli ultimi anni, siamo spesso intervenuti alla foce, installando pompe idrovore mobili azionate dai trattori: in sostanza i tecnici del Consorzio hanno finora usato una misura di emergenza per ovviare ai problemi di stagnazione del corso d’acqua durante le mareggiate – spiega Ridolfi -. Per questo ci siamo voluti impegnare nella ricerca di finanziamenti che permettessero una soluzione definitiva. Ed ora questi fondi straordinari arrivati sul territorio, grazie all’impegno della Regione Toscana e alla sinergia tra tutti gli Enti, andranno a favore della sicurezza idraulica di tutti i cittadini residenti a Poveromo.”