LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Verso il nuovo Dpcm: zone bianche, ancora coprifuoco e stop all’asporto dai bar dopo le 18

Potrebbero essere questi i prossimi step del Governo: è quanto emerso durante il vertice tra il presidente del Consiglio Conte e i capi delegazione in vista dei provvedimenti che entreranno in vigore dal 16 gennaio

FUORI PROVINCIA – La conferma del ‘coprifuoco’ alle 22.00 e il palesarsi della ‘zona bianca’ – che sarebbe dove, si apprende, l’RT è sotto lo 0.5 – sono due degli elementi che trapelano dalla riunione che ieri ha visto a confronto il presidente Conte e i capi delegazione della maggioranza. Alle viste due provvedimenti, probabilmente un Decreto Legge e un Dpcm. Quest’ultimo sarà in vigore dal 16 gennaio e sarà deciso dopo il vertice con le Regioni e le comunicazioni al Parlamento del ministro Speranza, previste mercoledì prossimo. Medesime tempistiche per le decisioni dettagliate sulle soglie che determineranno il colore delle regioni. Possibile, altri elemento che emerge dal post summit, il prolungamento dello stop agli spostamenti anche tra regioni gialle. Sarebbe invece da escludere il possibile giro di vite che renderebbe arancione tutta Italia nei fine settimana. Si è parlato altresì di possibile entrata automatica in fascia rossa in base all’incidenza, in particolare se si superano i 250 casi settimanali ogni 100mila abitanti.

Sul tavolo ci sarebbe poi l’idea di vietare l’asporto dalle 18.00 per quanto riguarda i bar. Un modo, probabilmente, per fermare quegli assembramenti che, nonostante il divieto, si stanno comunque creando tra gli avventori che ritirano caffè e simili. In ogni caso il ministro Boccia ne parlerà con gli enti regionali nell’incontro previsto stamani alla presenza (da remoto) del ministro Speranza. Altro elemento trapelato, la possibilità di riaprire i musei nelle zone gialle.