LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Gli studenti delle superiori tornano tra i banchi. E a Massa-Carrara partono le misure anti-assembramento

Nei giorni scorsi la protesta del coordinamento scuole: «Vogliamo tornare a scuola e non ci accontentiamo più di promesse». Tra Massa e Carrara 36 corse autobus in più e presidi alle fermate più critiche

Più informazioni su

MASSA-CARRARA – Da domani anche gli studenti delle scuole superiori in Toscana torneranno fra i banchi. Un rientro tutt’altro che sereno, dato il clima di incertezza che da un anno a questa parte il Coronavirus ha portato con sé, ma al contempo una sfida da accettare. Del resto sono stati proprio gli stessi studenti, negli ultimi giorni, a protestare contro i continui rinvii della riapertura degli istituti. Qualche giorno fa il coordinamento scuole di Massa-Carrara ha organizzato presidi davanti ad alcune scuole della provincia: l’alberghiero Minuto di Marina di Massa, il liceo Marconi di Carrara e i licei Pascoli e Fermi di Massa. «Niente è stato fatto per risolvere problemi noti già da marzo 2020 – dicevano gli insegnanti presenti al sit-in – e intanto si continua a considerare la scuola superiore un settore non prioritario. Qui si sta creando un buco (che è già troppo grande) per un’intera generazione. Noi vogliamo tornare a scuola e non ci accontentiamo più di promesse».

Nel frattempo la Regione Toscana ha reso noto il piano per la ripartenza, (QUI) che per la provincia di Massa-Carrara prevede il monitoraggio alle fermate degli autobus da parte di circa 20 operatori presi anche dalle associazioni di volontariato locale. Il progetto coinvolgerà i Comuni di Aulla, Comune di Bagnone, Comune di Carrara, Comune di Fivizzano, Comune di Massa, Comune di Villafranca, Comune di Pontremoli e sarà finanziato dalla Regione Toscana con 31.667 euro. La giunta regionale ha inoltre assegnato 15 corse in più alla provincia apuana e previsto l’inserimento 4 corse di supporto al servizio ferroviario regionale sulla tratta Lucca-Aulla, delle quali 2 al mattino e 2 per il rientro.

In più, dopo gli incontri della scorsa settimana organizzati dalla Prefettura su input del Ministero dell’Interno, sia il Comune di Massa che quello di Carrara hanno ottenuto ulteriori corse aggiuntive. Quelle che interesseranno il comune di Massa saranno 14 e seguiranno i bus di linea negli orari programmati e già noti agli utenti. Il servizio di tutoraggio alle fermate sarà svolto dalle associazioni di Protezione civile, affiancate dal personale di Polizia Municipale.

A Carrara, invece, ci saranno ulteriori 22 corse. Alle fermate saranno i volontari dell’associazione Alfa Victor a fare da tutor durante l’orario di ingresso e di uscita da scuola. Questi stazioneranno alle fermate nei pressi del Monoblocco, dell’istituto Zaccagna, del Montessori e del Galilei/Marconi. Anche qui non mancheranno i presidi delle forze dell’ordine e della polizia municipale.

Più informazioni su