LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Carrarafiere ottimo sito per le vaccinazioni anti-covid. Un ruolo strategico per la nostra città»

Il messaggio del sindaco De Pasquale: «Contagi in calo ma dobbiamo continuare ad attenerci a tutte le norme»

CARRARA – Riceviamo e pubblichiamo il messaggio settimanale alla città del sindaco di Carrara, Francesco De Pasquale, relativo all’emergenza coronavirus.

Care concittadine e cari concittadini,
buon inizio di anno. Il 2021 si apre con uno spiraglio di positività per la lotta alla pandemia. Come sapete è iniziata la campagna di vaccinazioni: dopo gli operatori della sanità e gli ospiti delle residenze per anziani, a breve il vaccino sarà somministrato anche al resto della popolazione secondo le priorità indicate dal Ministero della Salute. Anche la nostra città si sta preparando a questo momento così importante e ci sono ottime possibilità che il centro provinciale per la somministrazione del vaccino anti-covid venga realizzato a Carrarafiere (leggi qui l’articolo sull’argomento). Il sito ha infatti tutte le caratteristiche di spazi e accessibilità per ospitare questa attività. Manca ancora l’ufficialità ma se la proposta che avevo avanzato nei giorni scorsi verrà accolta, le vaccinazioni verrebbero effettuate nel padiglione E. Qui verrebbe spostato anche il centro per la tracciabilità dei contagi allestito nei mesi scorsi dalla Regione Toscana. In questo modo le attività di contrasto al covid avrebbero spazi adeguati, si parla di 10mila metri quadri, e a Carrarafiere di potrebbe utilizzare gli altri padiglioni per l’organizzazione delle sue iniziative, nella speranza che nella seconda parte di quest’anno si possa tornare alla normale programmazione fieristica.
Insomma Carrara potrebbe avere un ruolo strategico in una fase fondamentale per la lotta al coronavirus. Il vaccino è una freccia fondamentale al nostro arco ma fin quando non sarà stato somministrato a una vasta fascia della popolazione, dobbiamo continuare ad attenerci a tutte le norme anti contagio. Oggi abbiamo ancora 183 casi attivi nella nostra città. 173 sono positivi a domicilio che, dopo aver subito una costante flessione, nelle ultime 24 ore hanno registrato un incremento di 10 unità. Un segnale che ci deve spingere alla massima cautela. Abbiamo ancora 10 persone ricoverate in ospedale e una persona positiva in struttura. Dall’inizio della pandemia le persone contagiate dal covid-19 nella nostra città sono state 2414. Un numero importante che ci dà l’idea dell’alto tasso di contagiosità di questo virus.
Per questo vi chiedo di continuare a tenere alta la guardia. Questo fine settimana torniamo in zona arancione. Quindi non ci si potrà spostare dal proprio comune di residenza, se non per motivi di necessità, e scatterà il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino. Bar e ristoranti resteranno aperti esclusivamente per la vendita da asporto. In ogni caso dobbiamo continuare a indossare la mascherina, a lavare spesso le mani e a mantenere le distanze di sicurezza.
Solo così tuteleremo la salute nostra e dei nostri cari e la campagna di vaccinazione potrà essere avviata in modo efficace.