LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Ad Albiano un albero per ogni nuovo bimbo

Più informazioni su

AULLA – Celebrare la vita con la messa a dimora di alberi con l’intento, nel contempo, di riqualificare l’area tra la zona industriale e le zone residenziali e fluviale di Albiano Magra (Aulla, Massa-Carrara). Questo il progetto di riqualificazione che è stato approvato in occasione dell’ultimo consiglio comunale per quanto riguarda alcune terre che il Comune ha acquisito dal Demanio a titolo gratuito nella frazione di Albiano. In collaborazione con il Consorzio di Bonifica Toscana Nord, l’amministrazione intende recuperare l’intera area attraverso la messa a dimora di tanti alberi l’anno quanto il numero di bambini nati o adottati nel territorio comunale. Sarà cura del Comune provvedere alla fornitura delle targhette con i nominativi da collocare sulla pianta. Questa operazione sarà svolta due volte l’anno e sotto la supervisione di un agronomo.

Nel progetto verranno coinvolte anche le scuole per la celebrazione dell’iniziativa stessa e della Giornata Nazionale dell’Albero, in data 21 novembre 2021. La volontà è quella di riqualificare l’intera superficie creando un’area interna che interrompa la continuità della zona industriale posta vicino al fiume Magra, costituendo un filtro ecologico tra questa e le aree residenziali e fluviale. Inoltre, l’amministrazione ha in programmazione il ripristino di un vecchio sentiero andando a ricreare un percorso ciclopedonale. “Questo vuole essere un importante segnale di discontinuità col passato. – Commenta il vicesindaco e assessore all’Ambiente Roberto Cipriani – Infatti, la nostra volontà è quella di tutelare il più possibile una frazione che ha già patito molto. Piantare alberi significa guardare al futuro, un futuro che vede conciliati ambiente e territorio, anche attraverso la restituzione alla cittadinanza di un percorso nel verde. Tra l’altro, con questa iniziativa, andiamo a rispettare le leggi dello Stato, che chiamano i municipi a celebrare ogni nuova vita e ogni nuova adozione.”

Più informazioni su