Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Italia Nostra: «Tutelare i semilavorati lunensi presenti nelle cave»

CARRARA – «Il sindaco è rimasto muto, ma al suo posto ha risposto l’assessora Forti». Così Italia Nostra apuo-lunense riaccende i riflettori sulla questione, sollevata poche settimane fa, tramite una lettera indirizzata al primo cittadino Francesco De Pasquale sui reperti archeologici presenti nelle cave del Comune di Carrara. «Alla domanda “dove vai?”, l’assessora risponde “son cipolle” – incalzano – Così, di fatto, è definibile la risposta alla nostra richiesta di spiegazioni in merito all’inosservanza, da parte degli uffici comunali, dell’ordinanza Marchetti che prescrive l’obbligo di tutela dei circa 90 semilavorati d’epoca romana giacenti, dal 2009, presso diverse cave attive».

«L’assessora parla di un “progetto espositivo” da realizzarsi a Fossacava “in cui collocare alcuni di questi manufatti” e si dilunga su di un tema del tutto estraneo alla nostra istanza – criticano da Italia Nostra – Noi chiediamo di intervenire sulla tutela di una parte fondamentale della storia archeologica di Carrara abbandonata da oltre un decennio all’incuria e alla dispersione e ci viene risposto che a Fossacava sorgerà un parco archeologico inteso come “museo diffuso sul territorio” che ingloberà anche il Museo del Marmo, come depositario di archeologia industriale. Ora: o l’assessora elude la domanda consapevolmente oppure non ha compreso il nostro intervento. Entrambe le possibilità dovrebbero preoccupare molto i cittadini di Carrara, e portarli a riflettere
sulla condotta di chi tiene nelle proprie mani la cultura della nostra città».

«Torniamo dunque a chiedere perché non si opera a tutela dei semilavorati lunensi ancora presenti nelle cave e perché non si applica l’ordinanza Marchetti. A questo punto, riteniamo doveroso coinvolgere direttamente anche l’ufficio legale del Comune per sollecitare il suo parere al riguardo – conclude italia Nostra auto-lunense “L.Biso” – Relativamente ai progetti su Fossacava, stiamo approntando uno specifico dossier che, a breve, renderemo pubblico ai nostri concittadini».