Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«A Capodanno festeggiate con sobrietà ed evitate i botti, soprattutto nel rispetto di chi ha sofferto»

L'appello del sindaco di Massa Francesco Persiani: «Torneremo a festeggiare, ma questo 2021 accogliamolo senza eccessi»

MASSA – “A Capodanno festeggiate con sobrietà ed evitate i botti, nel rispetto di chi ha sofferto e di chi sta ancora soffrendo”. E’ l’appello del sindaco di Massa Francesco Persiani ai suoi concittadini alla vigilia dell’ultimo giorno del 2020. “Moltissimi cittadini attendono quasi con ansia la fine del 2020, vissuto con grande dolore ed angoscia, ma non è questo l’anno né la giornata dei grandi festeggiamenti – afferma il primo cittadino -. L’amministrazione comunale, atteso le norme dettate dai Dpcm e le limitatezze imposte dal Decreto Natale, raccomanda caldamente a tutta la cittadinanza di limitare, e ancor meglio evitare, l’utilizzo dei cosiddetti botti di Capodanno”.

“Colgo l’occasione – aggiunge Persiani – per ribadire che sono vietate feste e qualunque possibile occasione di assembramento con un alto numero di persone nello stesso luogo così come sono vietati gli spostamenti dalle ore 22 del 31 dicembre fino alle 7 del 1° gennaio. Mi aspetto quindi di vedere strade e piazze deserte, ma lo stesso rigore deve essere attuato all’interno delle abitazioni private da dove, presumibilmente, verranno fatti esplodere i colpi. E’ un forte appello che mi sento di rivolgere ai concittadini al fine di garantire sia la sicurezza e l’incolumità pubblica di adulti e bambini sia per la tutela degli animali che, sappiamo, soffrono molto i forti rumori dei petardi, ed altresì per la salvaguardia dell’ambiente”.

“Ma ben più importante – sottolinea il sindaco – l’invito mio personale e dell’amministrazione tutta a festeggiamenti sobri e riservati, evitando i tradizionali botti di Capodanno, è nel rispetto di chi in questi mesi ha combattuto il virus  o perso persone care. Evitiamoli nel rispetto di tutte le vittime del Covid-19. Posso capire quanto sia forte il desiderio di vivere queste giornate, che dovrebbero essere piene di gioia, con gli affetti e la voglia di divertirsi o più semplicemente viverle in un’atmosfera di normalità. Ma quello che stiamo passando è un momento storico difficile: dimostriamo di essere diventate persone diverse, di essere responsabili e mostriamo vicinanza a chi ha sofferto e sta ancora soffrendo per il virus. Torneremo a festeggiare, ma questo 2021 accogliamolo senza eccessi. Tengo a ringraziare anticipatamente – conclude – tutte le Forze dell’ordine che nella notte di Capodanno vigileranno e presiederanno il territorio proprio nel rispetto delle normative vigenti”.