Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Gruppo Grendi, sotto l’albero di Natale taglieri con assi di recupero e tampone volontario ai dipendenti

CARRARA – Spirito di squadra, attenzione alle persone e condivisione sono principi fondanti dello stile aziendale del Gruppo Grendi. Valori come la solidarietà, in un contesto difficile come quello di quest’anno che penalizza i momenti di incontro e convivialità, sono ribaditi in piccoli gesti. Con questi presupposti Grendi ha pensato di regalare per questo Natale un po’ più di serenità a tutti i suoi dipendenti, offrendo un tampone volontario, per permettere, in base alla sensibilità di ciascuno, un incontro più disteso con i propri cari.

Ma le iniziative non arrivano solo “dall’alto” nel Gruppo Grendi. Assi di legno inutilizzate nel terminal di Cagliari hanno preso nuova forma per iniziativa dei dipendenti del porto che hanno pensato fosse un peccato lasciare questo nobile materiale, ancora buono, senza una nuova opportunità di vita. Tanti taglieri intagliati a mano da loro stessi e arricchiti da prodotti alimentari sardi da regalare a clienti e colleghi sono il risultato dell’iniziativa di riciclo supportata da tutto il Gruppo: la tradizione di condivisione che inizia dai rituali pranzi o cene collettive nei porti, quest’anno non realizzabili, trova in questa iniziativa una naturale continuità in un Natale diverso dal solito. Piccoli ma concreti esempi di economia circolare e attenzione al sociale.

Per gli auguri, infine, ognuno ci ha messo la faccia. Un’immagine di grande impatto umano è anche quella che accompagna la grafica utilizzata per biglietti e brochures varie dove, tra gli altri spunti di immagine, si evidenzia un cubo di Rubik con le fotografie dei dipendenti e del management, ribadendo lo spirito di solidarietà, coesione e uniformità di intenti del Gruppo.

«La sostenibilità e l’economia circolare sono concetti in cui crediamo da sempre e su cui misuriamo sia le nostre scelte strategiche aziendali per una mobilità delle merci sempre più “green”, sia i rapporti tra le persone che lavorano insieme, sia vari aspetti della quotidianità: dagli auguri di Natale all’abolizione delle plastiche monouso per le pause caffè nei nostri uffici – commenta Costanza Musso, amministratore delegato di Ma Grendi 1828 – Una criticità di questo momento storico è la difficoltà di incontri tra le persone, il che rende ancora più importante la dimensione sociale di un’azienda e ci ha spinto a realizzare queste iniziative, insieme ad altri progetti di welfare che mirano al benessere dei nostri dipendenti e dei loro familiari».