Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Serinper, Massa Città in Comune: «Bellesi, Benedetti, Lorenzetti, Podestà e Petracci si autosospendano»

MASSA – «L’indagine portata avanti a 360 gradi dalla Procura e dai Carabinieri sulla galassia Serinper (qui i dettagli) dovrebbe consigliare a tutti la massima prudenza. Bastano i racconti di chi ha vissuto in prima persona questo tipo di “accoglienza” per capire che siamo di fronte a un sistema volto unicamente al profitto sulla pelle dei più deboli. I conti li stanno pagando i minori, i lavoratori di quelle strutture e noi cittadine e cittadini. Siamo di fronte ad un modello di fornitura di servizi socio-sanitari che non funziona e che va profondamente rivisto». A scrivere è Massa Città in Comune, che attacca duramente la classe dirigente, chiedendo che i coinvolti assumano le proprie responsabilità.

«La “politica” – si legge nella nota – ne esce male da questa storia e non solo perché sembrerebbe aver chiesto favori in termini di assunzioni e forse anche di voti, ma anche perché una volta indagata non ha fatto un passo indietro rispetto alle cariche mettendosi nelle condizioni di difendersi come i comuni cittadini. Ha preferito continuare a esternare sui social (anche questo un segno dei tempi) senza il minimo rispetto per un’indagine che racconta di violenze sui minori. Chiediamo a Bellesi, Benedetti, Lorenzetti, Podestà e Petracci un atto di rispetto istituzionale, un’autosospensione dalle loro cariche politiche, un atto di rispetto nei confronti delle famiglie dei minori e delle cittadine e cittadini che rappresentano. Chiediamo inoltre agli indagati, vista la delicatezza della questione, la massima collaborazione verso la giustizia per fare in modo che la verità venga chiarita quanto prima.»