Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Differenziata a Carrara centro, Fratelli D’Italia non ci sta: «Scelta giustificata con parole assurde»

CARRARA – Non ha accolto bene il coordinamento comunale di Fratelli d’Italia la decisione del Comune di Carrara di passare dal “porta a porta” alla raccolta di tipo stradale per l’estensione della differenziata nel centro città. “Questo improvviso cambio di strategia dell’amministrazione grillina – affermano dal coordinamento – comporterà una spesa di 500.000 euro, di cui la metà finanziati con un bando regionale, e a questa cifra bisognerà aggiungere 100.000 euro (per ora), stanziati con l’ennesima variazione di bilancio, per la videosorveglianza delle isole ecologiche”.

“Insomma un bell’aggravio per le già disastrate casse comunali – continuano da Fratelli d’Italia -e una scelta che viene giustificata dall’assessore Scaletti con le seguenti parole: “La particolarità dell’edificato e l’estensione del centro storico rispetto ai piccoli nuclei di Avenza e Marina di Carrara ha portato ad accantonare momentaneamente il porta a porta, optando per una raccolta di tipo stradale”. Parole assurde, che fanno da contorno ad un consolidato carosello di situazioni tragicomiche. E allora, come fa la illustre assessora all’Ambiente Scaletti a definire “piccoli nuclei” Avenza e Marina rispetto all’estensione del centro storico di Carrara? Forse l’Assessora non è a conoscenza del fatto che Carrara centro storico è più o meno grande di Piazza Duomo di Milano, che Avenza va dal Parmignola al Lavello e che i suoi confini spaziano dal Comune di Massa sino al Comune di Luni. Avenza e Marina insieme contano più di 30.000 abitanti, molti di più dei 9.000 mila del centro cittadino. A questo punto – concludono – desideriamo conoscere la reale scelta dell’amministrazione grillina”.