Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Addio a Paolo Rossi, il cordoglio di Giani: «Un toscano sulla vetta del mondo, campione unico e indimenticabile»

«Troveremo sicuramente il modo per rendere un degno omaggio alla memoria e al valore di questo grande uomo di sport»

TOSCANA – “Con profondo cordoglio e commozione, a nome mio personale e della Regione Toscana, mi associo al dolore della famiglia per la scomparsa di Paolo Rossi, il più grande calciatore toscano e uno dei più forti giocatori italiani di tutti i tempi. Quei tre gol al Brasile ai mondiali del 1982, che aprirono la porta alla conquista del titolo da parte degli azzurri, sono rimasti nella storia del calcio mondiale”. Così il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, nell’apprendere la notizia della scomparsa di Paolo Rossi, avvenuta in nottata all’età di 64 anni a Roma. “Rossi era toscano di Prato. Il suo nome è indissolubilmente legato alla squadra del Lanerossi Vicenza che, da neopromossa, portò a sfiorare lo scudetto nel 1978. Alla moglie Federica e ai figli giunga la vicinanza non solo della Regione ma di tutto il popolo toscano”. Ed ancora: “Troveremo sicuramente il modo per rendere un degno omaggio alla memoria e al valore di questo grande uomo di sport”.

“Ci hai regalato momenti indelebili della nostra storia – si legge infine in un post Facebook del Presidente della Regione – Un toscano sulla vetta del Mondo, campione unico e indimenticabile. Ciao Pablito, ti ricorderemo sempre con il tuo sorriso!”