LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Un albero di Natale alto 6 metri tutto fatto all’uncinetto durante il lockdown. «Una speranza per il futuro» foto

L'hanno realizzato gli abitanti di Cerreto, frazione di Montignoso. Il sindaco Lorenzetti: «È il simbolo di una comunità»

MONTIGNOSO – Il Natale abbatte le distanze. Come? Semplice, con la speranza. Ed è proprio questo il messaggio che gli abitanti di Cerreto hanno voluto lanciare in piena fase lockdown, quando tutte le relazioni, i contatti, la quotidianità sono state messe in discussione a causa dell’emergenza sanitaria da covid-19. Un abete costruito interamente all’uncinetto per le festività natalizie ormai alle porte, «si direbbe uncinetto con le mattonelle ma in dialetto le chiamano “toppe” – spiega Maria Luisa Goletti, tra le promotrici di questa iniziativa – tutto è nato appena prima della pandemia dei mesi scorsi, a febbraio come abbiamo iniziato a capire che avremmo potuto trovarci soli e isolati, io come molte altre del posto abbiamo pensato ad inventarci qualcosa che potesse tenerci occupate. Siamo tutte donne sulla sessantina, molti con i proprio genitori in casa, ma ci sono anche persone più anziane».

Così la voglia di stare insieme ha fatto nascere un gruppo whatsapp, «abbiamo iniziato a sentirci per il caffè – racconta ridendo Maria Luisa – spesso ci facevamo delle videochiamate, altre volte facevamo una foto alla macchinetta e ce la scambiavamo, così per sentirci unite. Poi abbiamo iniziato a cucire, abbiamo comprato la lana, ognuna di colori diversi. Siamo circa una trentina, c’è chi ha lavorato all’uncinetto, chi ai gomitoli».

Duemilaquattrocento le “toppe” cucite, il risultato è un albero di Natale da record: alto sei metri e largo tre, accanto le renne in legno e un presepe (neanche a dirlo) cucito all’uncinetto. «I mariti e gli altri uomini ci hanno aiutato a costruire l’intelaiatura fatta con il ferro, un gruppo di cacciatori ci ha donato le reti per rivestirlo e altri ragazzi ci hanno aiutato a trasportarlo nel centro di Cerreto».

«Sono commosso – ha detto il sindaco Gianni Lorenzetti – essere qui oggi di fronte a questo albero significa stringerci accanto all’immagine di una comunità che, nonostante tutto, riesce a ritrovarsi, a stare insieme e a diffondere un messaggio straordinario. I colori, la trama, il cucito sono simboli che richiamano all’unione e allo stare insieme per superare le difficoltà. Quella che stiamo vivendo è una fase terribile. Terribile per le relazioni stravolte, isolate a causa delle disposizioni di distanziamento anti-Covid19, a cui senza dubbio dobbiamo attenerci per la sicurezza di tutti. Terribile perché le nostre vite devono confrontarsi con un problema anomalo, che nessuno ha mai vissuto e credo avrebbe mai immaginato. Un periodo brutalmente appesantito dall’instabilità, dall’incertezza, dalla paura. Eppure questo albero ci fa ritrovare la speranza e la forza di andare avanti, insieme».

Ecco la lista di chi ha partecipato alla realizzazione dell’albero di Natale: Aderna, Franca, Angela, Ernestina, Antonella, Carla, Cristina, Daniela, Domenica, Elvira, Patrizia, Emi ,Graziella, Giovanna, Ivana, Laura, Luisella, Mara, Maria, Paola, Paola, Paola, Silvia, Mistica, Piera, Giuseppe per i gomitoli e l’uncinetto, il bar Novani, l’alimentari Adalgisa, la Federcaccia, Comferca di Macchiarini, Pier Giuseppe, Federico e Cesare per la struttura dell’albero, Stefano e Angelo per le renne di legno. Si ringrazia anche la Protezione Civile e la Polizia Municipale.