LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Natale blindato, poi alle superiori si torna in classe. E tu, sei d’accordo col nuovo decreto delle Feste? foto sondaggio

Qualche regola e una raccomandazione. Il premier Giuseppe Conte: «No in casa con non conviventi»

MASSA-CARRARA – Entra in vigore domani, giovedì 4 dicembre, il Decreto Natale, una serie di misure pensate per affrontare le feste senza fornire sponde alla pandemia. Il presidente Conte ha illustrato il provvedimento in conferenza stampa. “Il sistema della colorazione delle regioni proseguirà – ha esordito – perché si è mostrato efficace, permettendoci di dosare eventi mirati, senza inutili penalizzazioni. Abbiamo piegato la curva dei contagi in meno di un mese portando l’RT a 0.91. Sono calati inoltre accessi al pronto soccorso, ricoveri e terapie intensive. Se continuiamo così, fra due settimane, in prossimità del Natale, tutte le regioni saranno gialle. Un risultato che otterremmo avendo evitato il lockdown totale”.

Ma Conte ha avvisato: “Non possiamo consentirci distrazioni. Se affrontassimo le festività natalizie con le misure da area gialla, sarebbe inevitabile un’impennata del contagio. Perciò abbiamo studiato un piano di restrizioni specifico per il periodo 21 dicembre-6 gennaio. La strada per uscire dalla pandemia è ancora lunga e dobbiamo scongiurare l’arrivo di una terza ondata, che potrebbe arrivare già a gennaio, con una violenza non inferiore a quella di prima e seconda ondata”.

Il premier ha quindi illustrato le nuove regole, gran parte delle quali interessanti il menzionato periodo che va dal 21 dicembre all’Epifania. E ha aggiunto: “Uno stato liberaldemocratico non può entrare nelle case delle persone, ma può fare raccomandazioni: ed la raccomandazione, forte, è di non invitare a casa persone non conviventi, perché costituisce occasione di contagio, specie nel clima di convivialità tipico della festa. Sarà un Natale diverso, ma non meno autentico”.

Tra le misure del Decreto: stop a spostamenti tra regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio (anche per raggiungere le seconde case); divieto di spostarsi dalle 22.00 del 31 dicembre alle 7.00 del 1° gennaio; stop crociere dal 21 dicembre al 6 gennaio; quarantena per gli italiani che rientrano dall’estero dopo esserci stati dal 21 al 6; ripartenza della didattica in presenza dal 7 gennaio alle scuole superiori, garantita, in una prima fase, ameno al 75 per cento; negozi e centri commerciali aperti fino alle 21.00 dal 4 dicembre al 6 gennaio; nei prefestivi e nei festivi, dal 4 dicembre al 15 gennaio, i centri commerciali saranno aperti solo per alimentari, farmacie e altri servizi di base. Tutte le misure del Decreto raccolte nella fotogallery allegata all’articolo.

E tu? Sei d’accordo con le misure del nuovo Dpcm? Rispondi al sondaggio qui sotto e, se vuoi motivare la tua risposta, scrivici a redazione@voceapuana.com o commenta sulla nostra pagina Fb.

Sondaggio

Natale blindato, sei d'accordo col nuovo decreto delle Feste?

  • No (51%)
  • (49%)
Loading ... Loading ...