LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Disabilità, l’amministrazione Persiani: «Stiamo abbattendo le barriere architettoniche e culturali»

Nella giornata internazionale delle persone diversamente abili, intervengono il sindaco e gli assessori Zanti e Guidi. Intanto Cisl e Unione Italiana Ciechi avviano una collaborazione

Più informazioni su

MASSA – “Oggi più che mai è importante il sostegno delle istituzioni alle persone con disabilità e alle loro famiglie ed è importante fare rete per abbattere i muri dell’indifferenza e dell’esclusione, garantendo loro diritti e partecipazione. Non a caso, lo scorso anno, proprio in occasione della Giornata Internazionale delle persone con Disabilità il consiglio comunale unanime ha adottato la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità così da farlo conoscere e diffonderlo alla comunità”. Il sindaco Francesco Persiani interviene oggi, 3 dicembre, nella Giornata Internazionale delle persone con Disabilità, istituita nel 1981. I diritti e il benessere delle persone più fragili sono temi che sono stati, e lo saranno in futuro, al centro della formula amministrativa del sindaco Persiani con azioni che hanno interessato tutta la giunta.

Da inizio mandato ad oggi, l’amministrazione comunale ricorda di aver “istituito e dato avvio alla Consulta comunale per le persone con disabilità; ha riconosciuto la figura del Garante dei diritti delle persone con disabilità per promuovere l’esercizio dei diritti e delle opportunità di partecipazione alla vita civile e di fruizione dei servizi comunali in favore delle persone portatrici di disabilità, temporanee o permanenti; è stata adottata la Convenzione delle Nazioni Unite; sono stati eseguiti interventi per abbattere le barriere architettoniche ed il tema della disabilità è stato recepito anche nel nuovo Regolamento del commercio”.

“C’è sicuramente ancora molto da fare – dichiara l’assessore al Sociale e Pari opportunità Amelia Zanti – ma la giunta tutta, in più direzioni, si è mossa fin da subito per abbattere le barriere non solo materiali che sono un enorme ostacolo per chi vive in condizioni di disabilità, ma soprattutto le barriere culturali che purtroppo ancora oggi esistono”.

Tra le varie opere, sono stati completati proprio in questi giorni i lavori del “Dopo di noi”, progetto da circa 100 mila euro per favorire il benessere, la piena inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità senza il supporto dei familiari. Spiega l’intervento l’assessore ai Lavori pubblici Marco Guidi: “Al centro di socializzazione La Comasca di via dei Lecci, struttura semi residenziale, abbiamo terminato una serie di interventi proprio per rendere l’edificio completamente accessibile. Abbiamo quindi riadattato le camere, per un totale di sei posti letto, ed adeguato i bagni eliminando le barriere architettoniche interne oltre all’installazione di un ascensore per permettere agli utenti lo spostamento e l’accessibilità al piano superiore. E’ un altro tassello che dimostra l’attenzione di questa amministrazione al tema della disabilità”. L’obiettivo del “Dopo di noi” è quello di offrire un supporto alle persone affette da disabilità fisiche o intellettive aiutandole ad essere autonome nelle azioni quotidiane anche se prive del sostegno familiare.

Cisl e Unione italiana ciechi, insieme per il lavoro: al via in Toscana una collaborazione tra le due associazioni
Cisl e Unione italiana ciechi, insieme in Toscana, per costruire progetti di collaborazione, orientati alla formazione e al lavoro. E’ l’obiettivo che si sono dati i responsabili del sindacato e dell’associazione nel primo incontro, svoltosi stamani a Firenze, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità. Il momento è difficile e lo è per tutti, ma anziché piangersi addosso è bene darsi da fare per costruire insieme il futuro: è lo spirito che muove la nascita di questo nuovo rapporto. All’incontro hanno partecipato il presidente e il direttore dell’Unione italiana ciechi della Toscana, Massimo Diodati e Alessandro Fioravanti, il segretario generale aggiunto della Cisl Toscana Ciro Recce e la responsabile di Ial Toscana (l’agenzia formativa promossa dalla Cisl) Alessandra Bianchi.
“Siamo contenti di avviare questa collaborazione – ha detto Recce –; la Cisl è pronta a mettere in campo il massimo impegno, per promuovere l’occupazione. Partiamo oggi, per sviluppare insieme prospettive che favoriscano l’inserimento lavorativo.” “L’inclusione sociale non si può fare da soli – hanno affermato Diodati e Fioravanti-. Per noi il dialogo con l’esterno è fondamentale per l’inserimento e l’integrazione delle persone con disabilità nel mondo del lavoro.”

Più informazioni su