LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Come imballare mobili per trasloco

Più informazioni su

Se siete alle prese con un trasferimento non potete che elaborare un minuziosissimo piano di organizzazione per amministrare al meglio il da farsi. La prima domanda che bisognerebbe porsi, a proposito, è: come imballare mobili per il trasloco?

La preoccupazione più grande riguardante il trasloco è legata principalmente al timore che i mobili possano subire qualche danno. Su questo vogliamo rassicurarvi subito: scegliendo una buona società di traslochi potrete dormire sogni tranquilli, come ad esempio quella di traslochi Montecatini.

C’è anche da dire però che, messa da parte la scelta dell’impresa da chiamare, vi è tutto un lavoro da fare per essere sicuri di non rischiare nulla.

Affinché tutto vada per il meglio, quindi, oggi vi spiegheremo come imballare i mobili prima di un trasferimento.

Come imballare mobili per trasloco: consigli utili

Amministrare bene un trasloco è questione di pura e semplice organizzazione. Per prima cosa vanno passate in rassegna tutte le cose che vogliamo tenere e tutte quello vorremmo buttar via; in un secondo momento bisogna poi raccogliere le scatole, organizzarle ed archiviarle.

La parte più difficile di questo procedimento, tuttavia, riguarda l’imballaggio dei mobili.

In che modo lavorare affinché anche gli arredi più fragili possano arrivare integri a destinazione?

Ecco qualche consiglio utile.

Ispezione e pulizia

La prima cosa da fare prima di imballare i mobili è pulirli, così da non accumulare polvere. La pulizia però è anche un’occasione per ispezionare gli arredi, assicurarsi delle loro condizioni prima del viaggio e soprattutto controllare che non vi siano chiodi o viti esposte che possano recare danno al mobile nel corso del trasferimento.

Smontaggio

Si procede poi con lo smontaggio, che serve invece non solo a ricavare spazio e a rendere più agevole il viaggio, ma anche a tutelare la salute del mobile. Nel caso di una cassettiera, quindi, potreste rimuovere i cassetti. Lo stesso vale per gli armadi, a cui vanno invece sottratte le ante.

In questa fase raccomandiamo di procedere con la massima attenzione e di guidarvi magari con tutorial online o di chiedere supporto ad un professionista.

Assemblaggio

Se credete che i vostri mobili non abbiano bisogno di essere smontati e preferiti trasportarli interamente allora potete assemblarli. Per la cassettiera, ad esempio, una soluzione potrebbe essere quella di contornarla prima con una pellicola di plastica e poi applicare del nastro adesivo seguendo movimenti circolari.

Materiali

Per essere sicuri che tutto fili liscio durante il trasferimento dovrete munirvi del materiale giusto. Innanzitutto vi serviranno tantissime scatole (più ne avrete meglio sarà). Il consiglio che vi diamo è di iniziare ad accumularle con largo anticipo, così da non esaurirle nel bel mezzo del trasferimento.

Per salvaguardare arredi e beni frangibili, però, non può proprio mancare il pluriball, una vera garanzia quando si vogliono tutelare degli oggetti delicati.

Infine, per il trasporto di piatti e bicchieri consigliamo scatole munite di appositivi alveoli. Si parla in questo caso di box strutturate con divisori interni, perfette per quando bisogna conservare calici e bicchieri di cristallo.

Più informazioni su