LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Ponte Avenza, a 100 giorni dall’inizio dei lavori si vede la luce: venerdì la riapertura foto

Il momento tanto atteso è già slittato diverse volte. L'ultimo nodo da sciogliere è legato alla stesura della fibra con Telecom che tarda a completare. Il traffico leggero dovrebbe tornare a scorrere dal 4 dicembre

Più informazioni su

AVENZA – Era lo scorso 24 agosto, esattamente 100 giorni fa, quando veniva annunciato l’inizio della demolizione del ponte di via Gino Menconi, ad Avenza. Il progetto della Regione ha incontrato sin dai primi giorni l’opposizione da parte dei commercianti della zona, preoccupati per gli impatti sul traffico e per le conseguenze economiche dell’interruzione della viabilità in un punto chiave del centro storico. Il 17 giugno il sindaco De Pasquale provava a calmare gli animi dichiarando che vi erano “ottime possibilità di ridurre l’interruzione del traffico a meno di due mesi”. In realtà, alla fine, i lavori si sono protratti per diverse settimane oltre la data prevista e la Regione ha iniziato a comunicare una serie di slittamenti.

Una prima data di apertura parziale a senso unico al transito dei veicoli leggeri era stata fissata per martedì 27 ottobre. Lo annunciava l’assessore ai lavori pubblici Andrea Raggi, dopo aver effettuato un sopralluogo al cantiere in seguito alla conclusione dei lavori sulla struttura portante. Ma 24 ore prima del termine previsto, il 26 ottobre, sempre Raggi apprendeva dalla Regione il rinvio della riapertura al 6 novembre. “Siamo convinti che non siano tollerabili ulteriori slittamenti – dichiarava l’assessore -. Gli avenzini hanno già pazientato a sufficienza e non è possibile chiedere loro ulteriori sacrifici”. Anche quella data però non fu rispettata, e undici giorni dopo Nando Guadagni, presidente carrarese di Confesercenti, si sfogava così: “A oggi non solo il ponte è ancora chiuso, ma anche della corsia unica a doppio senso di marcia nessuna notizia. Inoltre i lavori proseguono a singhiozzo ed anche oggi 17 novembre, giornata di sole, non si è visto nessuno”.

Il 26 novembre, infine, i referenti della Regione hanno effettuato l’ennesimo sopralluogo, precisando che l’ultimo nodo da sciogliere era quello legato alla stesura della fibra con Telecom che, nonostante le ripetute sollecitazioni, tardava ad avviare i lavori. Un comportamento che il sindaco De Pasquale ha definito “assolutamente da condannare”. La società di telecomunicazioni ha poi comunicato che entro il 4 dicembre saranno completati i lavori di sua competenza. Tra pochi giorni, quindi, sembrerebbe quindi, se tutto va bene, che il ponte possa riaprire al traffico leggero, anche se devono ancora essere completati gli svincoli. Le auto torneranno quindi attraversare il ponte ma non potranno ancora prendere le strade di via Argine Destro e Sinistro, per le quali si dovrà attendere la conclusione definitiva dei lavori.

Soddisfatto per l’impegno della ditta che sta effettuando i lavori l’assessore Raggi: «Riaprire un ponte dopo poco più di 3 mesi testimonia che non c’è stato rilassamento da parte di chi sta svolgendo materialmente i lavori. Qualche problema di organizzazione, invece, devo rilevarlo: il coordinamento della Regione, responsabile del progetto, poteva essere gestito meglio».

Più informazioni su