LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Otl scrive all’unione dei comuni montana e ai sindaci: “Gli agriturismi fuori dal Decreto ristori”

LUNIGIANA E APUANE – L’Associazione Operatori Turistici Lunigiana ha scritto una lettera aperta all’Unione Comuni Montana Lunigiana e ai sindaci lunigianesi per cercare di capire perchè gli agriturismi non sono stati inseriti all’interno del Decreto Ristori. Riportiamo qui di seguito il testo integrale.

Con riferimento al fondo per la filiera della ristorazione, che prevede un contributo a fondo perduto destinato alle imprese del settore ristorazione, con scadenza il 28 novembre 2020, istituito con Decreto 27 ottobre 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 06/11/2020, a cui possono accedere ristoranti, pizzerie, mense, i servizi di catering, gli agriturismi e gli hotel con somministrazione di cibo i cui codici ATECO prevalenti siano i seguenti:

56.10.11 (ristorazione con somministrazione)
56.29.10 (mense)
56.29.20 (catering continuativo su base contrattuale)
56.10.12 (attività di ristorazione connesse alle aziende agricole)
sottolineiamo che per gli agriturismi con ristorazione il codice ateco prevalente è quello associato alla produzione primaria, e non al codice 56.10.12 , come da legge nazionale del settore agrituristico. Pertanto, a fronte di questa precisazione, il bando di fatto precluderebbe agli agriturismi di ricevere l’aiuto in oggetto.
Tale incongruenza è presente anche nel Decreto Ristori (Decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137) e sta creando difficoltà all’accesso al relativo fondo di sostegno.

Chiediamo quindi cortesemente e con urgenza all’Unione Comuni Montana Lunigiana e a tutti i Sindaci lunigianesi  di attivarsi al più presto con i rappresentanti politici nazionali affinché venga definitivamente chiarita e sanata questa problematica con l’Agenzia delle Entrate e gli Uffici ministeriali preposti

In via cautelativa, inoltre, chiediamo che venga presa in considerazione la possibilità di posticipare la scadenza del bando Ristorazione, prevista al momento il 28 novembre 2020, al fine di guadagnare tempo per tale fase chiarificatrice ed emendatrice.

Ringraziando anticipatamente per la considerazione inviamo distinti saluti

I soci Otl
Firmato
La presidente  Otl,  Giovanna Zurlo