LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

A Carrara differenziata dal 40 al 62% in pochi mesi. «E per un buon porta a porta c’è Junker»

Quando metto nei rifiuti il vasetto vuoto dello yogurt, lo devo prima lavare? Devo fare lo stesso con la bottiglia dell’olio? Le risposte sono sull’app per smartphone

Più informazioni su

CARRARA – Quando metto nei rifiuti il vasetto vuoto dello yogurt, lo devo prima lavare? Devo fare lo stesso con la bottiglia dell’olio? La risposta è su Junker, la app gratuita per cellulari con tutte le indicazioni sulla differenziata calibrate e personalizzate per chi vive sul territorio del comune di Carrara. Per aiutare i cittadini a “differenziare bene”, Nausicaa ha attivato una collaborazione con Junker: i carraresi possono quindi scaricare gratuitamente la app che oltre a ricordare i giorni del calendario settimanale per i conferimenti dei vari materiali, è in grado di rispondere ai principali quesiti sulla differenziata, oltre a contenere informazioni preziose sugli altri servizi dell’azienda carrarese.

«Junker è uno strumento utile a differenziare nel modo corretto ma non solo – spiegano dalla società – Per esempio, il quesito sul vasetto di yogurt è stato fatto realmente a uno dei nostri. E la risposta è: no, non serve lavarlo. Va solamente conferito vuoto, una volta che si è mangiato il contenuto o svuotato nell’organico di eventuale contenuto scaduto».

Junker però può rivelarsi un canale utile anche per altri scopi. «Stiamo pensando di aprire alle segnalazioni di alcuni servizi – aggiungono da Nausicaa – quali l’illuminazione stradale o l’assistenza semaforica. In via sperimentale, proveremo a testare la risposta degli utenti e se il canale di comunicazione risultasse funzionale, potremmo estenderlo gradualmente anche agli altri servizi offerti sul territorio».

«Grazie a Junker – afferma la multiservizi – differenziare bene sarà più facile e anche la città ne trarrà beneficio: l’estensione della raccolta porta a porta su quasi tutto il territorio comunale ha già dato risultati rapidi e soddisfacenti, arrivando a raggiungere il 62% di raccolta differenziata in pochi mesi, con un balzo di oltre 20 punti percentuali».

«Siamo sicuramente soddisfatti, ma bisogna fare di più e Junker può aiutarci – concludono da Nausicaa – Con un piccolo sforzo ulteriore, potremmo raggiungere percentuali ancora più alte. E poi basta pensare alle discariche abusive che si formano nel territorio e attorno ai pochi cassonetti rimasti. Se si intercettassero anche quei rifiuti e venissero separati nel modo corretto, le percentuali di differenziata sarebbero ancora più alte. Contiamo sul fatto che la cittadinanza si abitui sempre di più a questo tipo di raccolta e anche i pochi che fanno resistenza capiscano che forse differenziare è meno faticoso che portare in giro i propri rifiuti, alla ricerca di un luogo dove abbandonarli impropriamente, compiendo un reato e dando dimostrazione di poco senso civico».

Più informazioni su