LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Antenna telefonia mobile alla Rinchiostra, Alberti (Pd): «In contrasto con le normative comunali»

MASSA – «Numerosi cittadini mi hanno interpellato per chiedermi se i movimenti di una nota compagnia di telefonia mobile nella zona della Rinchiostra preluda ad una possibile installazione di una antenna». Scrive il consigliere di opposizione Stefano Alberti al presidente del consiglio comunale Stefano Benedetti.

«Considerato che il compendio della Rinchiostra racchiude in poche centinaia di metri la scuola elementare Carlo Collodi, l’impianto sportivo della Virtus Poggioletto, la Villa della Rinchiostra, la struttura per anziani rsa Villa Sempreverde e numerose residenze pubbliche e private – spiega Alberti – e appurato che il regolamento comunale per l’installazione di impianti di
telecomunicazione non consente nuove installazioni in aderenza o vicinanza a luoghi sensibili, quali appunto scuole, residenze sanitarie ecc. e che le antenne non possono essere collocate in luoghi privati ma in aree pubbliche. Considerato anche che l’area della Rinchiostra era stata già stata in passato oggetto di stralcio dal piano delle antenne e una recente risposta dell’amministrazione ad una interpellanza del gruppo Pd escludeva previsioni di installazioni Srb di quinta generazione – il consigliere di minoranza chiede di sapere – se è stato presentata presso gli uffici comunali una richiesta da parte dei gestori
telefonici, di adeguamento al programma annuale di sviluppo delle reti 2021 della telefonia mobile che preveda l’installazione di un’antenna nel sito della Rinchiostra, palesemente in contrasto con le normative comunali del settore e come intende muoversi, nel caso, l’amministrazione comunale».