Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Malati Covid nell’ospedale di Pontremoli, Cgil: «Preoccupati per la sicurezza di cittadini e lavoratori»

LUNIGIANA – Sono nate molte polemiche dopo la decisione dell’Asl di creare degenze Covid all’interno dell’ospedale di Pontremoli. A queste polemiche si unisce il comunicato di Cgil: «In merito alla riorganizzazione prevista dall’ azienda sanitaria Nord-ovest esprimiamo forti perplessità nel merito e nel metodo. Come organizzazioni sindacali confederali non siamo stati minimamente coinvolti ma, come spesso ultimamente accade, abbiamo appreso dell’ apertura di degenze covid all’interno dei presidi ospedalieri della Lunigiana direttamente dalla stampa.»

«E’ un dato di fatto che le strutture ospedaliere in questione non siano idonee a garantire i percorsi sporco-pulito previsti dai protocolli di gestione Covid e siamo fortemente preoccupati che una scelta simile possa non garantire la sicurezza di cittadini e lavoratori. – si legge nel comunicato – In un momento delicatissimo come quello attuale le scelte emergenziali devono essere fatte con criterio e con una programmazione seria che coinvolga anche i lavoratori attraverso i propri organismi di rappresentanza.
Il finanziamento regionale partito la primavera scorsa prevedeva l’apertura di posti letto di terapia intensiva presso il vecchio presidio ospedaliero di Massa; la programmazione da parte dell’azienda non c’è stata, non si sono fatti piani di assunzione di personale necessarie e ad oggi il vecchio ospedale è in grado di ospitare soltanto le cure intermedie. In sostanza i soldi c’erano ma non sono stati utilizzati in modo proficuo, nonostante la grave situazione epidemiologica.»