Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Al via le giornate per la donazione di plasma nei Centri trasfusionali della provincia apuana

MASSA-CARRARA – La solidarietà dei donatori di sangue e plasma non si ferma e vengono organizzate le giornate dedicate alla donazione di plasma.  Lo evidenzia il direttore dei Centri trasfusionali della provincia di Massa Carrara Anna Baldi, che mette in evidenza anche i percorsi sicuri presenti negli ospedali:

«Ringrazio i donatori e le associazioni Avis e Fratres della provincia di Massa Carrara – sottolinea la dottoressa Baldi – per la disponibilità dimostrata nel garantire ed incentivare la donazione di sangue e plasma. In questo periodo molto complesso, legato alla ripresa del contagio da Covid-19, le donazioni nei nostri ospedali seguono percorsi sicuri, forti anche della precedente esperienza di marzo.

Tengo a sottolineare a questo proposito che all’ospedale di Pontremoli, dove attualmente  ci sono stati cambiamenti organizzativi a carico del reparto di Medicina, – continua Baldi – i percorsi dedicati alla donazione non sono cambiati; si dona quindi in sicurezza ed il percorso dei donatori non incrocia quello dei pazienti con patologia da Sars COV 2 a bassa gravità,  ricoverati in Medicina; infatti, gli accessi all’ospedale sono separati: i donatori passano dal piano R (rialzato), mentre i pazienti dal Piano T(terra) con ascensore dedicato e programmato esclusivamente per arrivare nel reparto di Medicina.

Si raccomanda comunque alle associazioni di prenotare le donazioni sull’applicativo Regionale del Centro Regionale Sangue, per evitare ai donatori attese ed eventuali assembramenti nelle sale di aspetto di tutti i nostri Centri Trasfusionali. Donare il sangue e il plasma, tra l’altro, è anche un modo per monitorare il proprio stato di salute, attraverso i controlli periodici eseguiti, a beneficio di se stessi e della collettività.
Il plasma donato, oltre all’uso uso clinico, viene anche lavorato e trattato per produrre emoderivati, come albumina, immunoglobuline e fattori della coagulazione, che entrano nelle farmacie dei nostri ospedali per la cura dei pazienti con deficit immunitari o della coagulazione.
Ricordo infine, proprio a proposito dell’epidemia in corso, una nuova tipologia di donazione attivata nei nostri centri trasfusionali, la donazione di plasma immune da paziente convalescente dalla patologia SARS Covid che ha colpito cittadini e donatori: la raccolta di plasma immune, ricco di anticorpi neutralizzanti il virus, contribuisce alla cura dei pazienti attualmente affetti da tale patologia e ricoverati nei nostri ospedali».

I pazienti che hanno superato la malattia possono contattare le associazioni di volontariato AVIS e FRATRES ed i Centri trasfusionali e possono prenotare la donazione ai seguenti numeri:
Centro trasfusionale ospedale Apuane 0585/498236-498235 (ore 11.30-13);
Centro trasfusionale Pontremoli 0187/462225-0187/462206 (ore 11-13);
Centro trasfusionale Fivizzano 0585/940232-92471 (ore 11-13).
Le donazioni no stop di plasma “Plasmaday” (mattino e pomeriggio) sono previste in queste date:

– MARTEDI’ 17 NOVEMBRE al Centro trasfusionale dell’ospedale di Fivizzano;

– GIOVEDI’  26 NOVEMBRE  al Centro trasfusionale dell’ospedale Apuane di Massa;

-VENERDI’27 NOVEMBRE al Centro trasfusionale dell’ospedale di Fivizzano.