Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«A Casette 500 persone da mesi senza un medico di base. L’Asl installi un ambulatorio mobile»

Il consigliere Cofrancesco: «È impensabile che un ottantenne per una normale visita e/o prescrizione di farmaci, scenda fino a Massa»

MASSA – Il consigliere comunale e provinciale Antonio Cofrancesco interviene in merito all’ambulatorio medico delle Casette: «Non possiamo più tollerare che alla fine sono sempre i più deboli a pagarne le conseguenze, le istituzioni hanno il dovere di intervenire e farlo anche in modo veloce, per il bene della comunità. Un paese di 500 anime dove il 30% è ultra settantenne, è lasciato senza un medico di base da tantissimo tempo. Lo scarica-barile non lo accetto, chiedo che venga ripristinato nell’immediato il servizio medico, non devono esistere cittadini di serie “A” e cittadini di serie “B”. Per noi i cittadini hanno gli stessi diritti e il trattamento non può essere diversificato. È impensabile che un ottantenne per una normale visita e/o prescrizione di farmaci, scenda fino in città con una situazione di lockdown in atto?».

«Durante la campagna elettorale per le regionali – aggiunge Cofrancesco – avevo raccolto il grido di dolore di questi cittadini, stanchi di promesse, avevo già contattato l’Asl per capire quali fossero i motivi ostativi all’apertura del servizio di guardia medica. Mi veniva riferito che l’Asl non accettava in comodato i locali per mancanza di certificazioni antisismiche e che il giorno 30 settembre ci sarebbe stato un incontro in regione per la decisione finale».

«È inaccettabile che siamo all’11 novembre e ancora i cittadini non abbiano avute risposte certe». Cofrancesco chiede all’Asl «di provvedere momentaneamente a istituire il servizio mediante ambulatorio mobile, nell’attesa di conoscere le decisioni di questa dolorosa vicenda». Infine il consigliere tiene a sottolineare che «i servizi essenziali dovranno essere assicurati a tutti i cittadini in egual modo, noi vigileremo affinché questo accada».