Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Virus, ecco la centrale di tracciamento a Carrarafiere. La responsabile: «Obiettivo smaltire le code e rintracciare in tempi rapidi» foto

Partita oggi alle 14 l'attività con 40 operatori sanitari. «Aiuteremo i servizi di igiene pubblica a inviare i provvedimenti di quarantena e a trattare sintomatici e asintomatici»

CARRARA – E’ partita questo pomeriggio alle 14 l’attività della nuova centrale di tracciamento allestita a Carrarafiere. 150 operatori in tutto: medici, infermieri, tecnici sanitari e studenti dell’ultimo anno di medicina e infermieristica, a servizio di Usl Toscana nord ovest per dare sollievo e alleggerire l’attività del sistema sanitario locale, indubbiamente in affanno nelle ultime settimane nella gestione dei casi da Covid-19.

All’interno del padiglione C dell’area fieristica di Carrara il team di giovani specialisti, assunti da una graduatoria del dipartimento nazionale di Protezione civile, con il coordinamento costante dei professionisti della Asl, si occuperà di contattare i cittadini risultati positivi al Coronavirus e di effettuare le operazioni di mappatura dei contagi per tutto il territorio aziendale.

Inizialmente saranno 80 (40 già da questo pomeriggio, 7 novembre) gli operatori: si occuperanno essenzialmente di tutti i nuovi casi di positività che emergeranno quotidianamente, mentre le unità funzionali territoriali di Igiene pubblica continueranno ad occuparsi dei casi precedenti. Gli operatori sono stati divisi in due turni ed operano in “isole” di 20 posti, con tutti i collegamenti (elettrici, di rete telefonica e dati) necessari per svolgere le operazioni di tracciamento e nel rispetto delle misure di distanziamento fisico richieste dalle normative di legge. La logistica è stata studiata proprio per favorire il lavoro degli specialisti. Ci sarà un tutor per ogni gruppo di operatori ed i responsabili delle unità funzionali dei vari territori resteranno fondamentali punti di riferimento. A Carrarafiere ci sarà sempre anche un responsabile di sistema per seguire la parte informatica ed il collegamento con il sistema regionale SISPC. Il nuovo servizio è stato presentato ai sindaci di Massa e Carrara ed al presidente della Provincia, alla presenza dei responsabili dell’ente fieristico.

A questa prima giornata di attività hanno partecipato per l’asl il direttore amministrativo Gabriele Morotti, il coordinatore dell’igiene e sanità pubblica nella gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 Luca Carneglia, il coordinatore della Centrale di Tracciamento Emanuela De Franco ed il direttore della Zona Apuane Monica Guglielmi.

“La scelta di allestire questa centrale – ha spiegato la coordinatrice Emanuela De Franco – così come le altre sparse nel territorio toscano, è stata resa necessaria dall’elevatissimo numero di positivi delle ultime settimane. I servizi di igiene pubblica hanno code molto importanti, per cui dobbiamo assolutamente dare una mano per prendere in carico le persone che in questo momento non riescono ad essere rintracciate e gestite in tempi rapidi, quindi inviare i provvedimenti di quarantena, distinguere gli asintomatici dai sintomatici e trattare questi ultimi nel caso in cui necessitino di assistenza e cure”.

“All’interno dell’asl nord ovest – ha fatto notare la responsabile – ci sono province “messe meglio” a livello di numero di nuovi casi e zone dove invece registriamo numeri molto alti, anche 100-150 positivi ogni mattina. Per quel che riguarda Massa-Carrara, possiamo dire che la provincia apuana si trova nella media. Negli ultimi tempi i casi ci sono stati ma non sono elevatissimi. In ogni caso, la nostra attività è legata a quella del laboratorio, da cui ogni giorno arriva una mandata di tamponi positivi. Quello che vediamo oggi, domani potrebbe essere diverso. Se il laboratorio ci manda risposti in tempi rapidi ovviamente potremo avere una visione più immediata”.