LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Riapre lo “sportello della vicinanza” per aiutare le persone in difficoltà

MASSA-CARRARA – Uno “Sportello della vicinanza” per aiutare le persone in difficoltà. Con la pandemia del Coronavirus, sono in aumento le domande online e i moduli da compilare per aderire alle innumerevoli prestazioni in atto. Molti patronati sono assediati da cittadini che chiedono aiuto per sbrigare pratiche che non sono di loro competenza. Purtroppo, ci sono moduli e domande che non competono ai patronati e così i cittadini si trovano a dover fare code inutili e sentirsi dire “si rivolga altrove”. Bonus affitti, pacchi alimentari, assistenza, bonus per riduzione Tari e utenze domestiche, caregiver presso anziani: una giungla di domande che necessitano di un aiuto concreto per poterle espletare in modo corretto.

«Tutto oggi si fa per via telematica – osserva Daniele Tarantino, presidente di Confimpresa – Master Formazione Massa Carrara – , l’unica strada al momento prevista per effetto del distanziamento personale ma che, se da una parte velocizza le procedure, dall’altra rischia di lasciare fuori chi, come moltissimi anziani, non ha strumenti e non fa uso della tecnologia. Per fornire un valido aiuto abbiamo predisposto nella nostra sede in Galleria Da Vinci lo “Sportello della vicinanza”. Lo abbiamo aperto già nella
scorsa primavera per affrontare i disagi dovuti alla pandemia e oggi siamo pronti a rafforzare questo importante servizio per il cittadino. Siamo disponibili a presentare tutte le domande per tutte le pratiche di cui necessitano i cittadini e a offrire il nostro sostegno alle persone in difficoltà, gratuitamente. Ovviamente ci affianchiamo ai patronati laddove è necessario il loro supporto». Generalmente, il modulo va stampato, compilato, firmato, scannerizzato e inviato via mail insieme alla copia di un documento di identità. E anche il documento di identità è da stampare per poter essere inoltrato. «Un disagio enorme per quelle fasce di persone che non hanno dimestichezza con la tecnologia – spiega il presidente Tarantino – . Non tutti dispongono
di una stampante in casa e quindi devono ricorrere a stamperie, tabacchini, all’aiuto di familiari (quando e se ci sono) oppure ad amici, tenendo sempre presente il rispetto del distanziamento. Mai come in questo periodo sono necessarie tempestività e snellezza di procedure per dare un messaggio di fiducia ai cittadini in difficoltà».

Per informazioni chiamare 3495699269 oppure 0585 811530.