Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Italia Nostra: «Centro commerciale nell’area di Sensi Garden andrebbe contro il Piano di commercio»

L'associazione ambientalista promuove il nuovo regolamento recentemente approvato dal Consiglio comunale di Massa

MASSA – La sezione di Massa e Montignoso di Italia Nostra accoglie positivamente il nuovo piano del commercio approvato in consiglio comunale e promosso dall’amministrazione Persiani. Un provvedimento che, a detta del presidente Bruno Giampaoli, aspettavano da tempo: «Apprendiamo che è stato approvato il “piano del Commercio” e un regolamento per la valorizzazione del centro storico con la costituzione di un “Albo delle botteghe storiche di Massa “.  – scrive Giampaoli in una lettera indirizzata al sindaco – Considerato che questo provvedimento, finalizzato alla rinascita culturale ed economica del centro storico, fu richiesto dalla nostra associazione più volte nel corso degli anni, senza mai trovare risposta. Registriamo positivamente questo passo da codesta amministrazione, nella speranza che sia veramente il  primo verso un vero recupero della crisi abitativa e commerciale del centro città.»

Ma nonostante questo provvedimento si muova nella direzione che si auspica anche Italia Nostra, alcuni dubbi rimangono in seno a Giampaoli, soprattutto in merito alla zona dell’ex Sensi Garden, sul viale Roma, sulla quale si è discusso tanto negli ultimi tempi: « Premesso quanto sopra ci sembra che la divisione del centro città in aree di rispetto storico-architettonico con relativi incentivi economici e criteri di qualità, non è lontana dal nostro consenso.
Esempio. Siamo d’accordo nel privilegiare l’insediamento commerciale e artigianale. Ma vogliamo sottolineare che non ci possono essere scelte parallele di segno opposto, contraddittorie con questi principi. E’ di questi giorni la notizia che l’area di “Sensi Garden” sul Viale Roma potrebbe essere destinata a Centro Commerciale. Se così fosse, noi troveremmo questa scelta non compatibile con la logica che ha informato le linee di questo piano.
Inoltre  per la valorizzazione del Centro Storico non si può prescindere dal riordino dei Dehors che necessitano di un regolamento che tenga conto del contesto storico culturale e paesaggistico, previo intervento della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio sede di Lucca  e Massa Carrara.
Infine, facendo riferimento ai Cybo Malaspina cogliamo l’occasione per chiedere all’Amministrazione comunale, per quanto le compete,  di inserire nel programma  anche il  recupero del  Palazzo  Ducale, la reggia di Alberico, che è sicuramente il palazzo più bello e  importante della nostra Provincia ma che  versa, da un quinquennio, in condizioni pietose.
Sig. Sindaco, è nostro interesse  recuperare, per conto della collettività, il centro storico,  dal punto di vista culturale e turistico, sarebbe opportuno, oltre a  ristrutturale architettonicamente il palazzo Ducale, come già scritto,  ridargli nuova vita e funzione con inserire al suo interno un museo cittadino dedicato alle  opere di pittura e scultura locali e/o un Museo Archeologico  con inserimento di documenti sulla Storia della Città, questi  inserimenti  e recuperi  basterebbero  ad incentivare la rinascita del centro.»