LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Gli esercenti di Massa e Carrara scendono in piazza: «Fateci lavorare, altrimenti pagateci»

Bar, ristoranti e palestre in protesta contro il nuovo Dpcm domani, 30 ottobre, alle 16 in Piazza Aranci a Massa e alle 18 in piazza Ingolstadt, a Marina di Carrara

MASSA-CARRARA – Chiedono di poter lavorare, sempre nel rispetto delle misure anti-Covid, o, in caso contrario, di ricevere adeguati sussidi per l’interruzione della loro attività. I commercianti di Massa e di Carrara non accettano le misure introdotte dal nuovo Dpcm e scendono in piazza, venerdì 30 ottobre, rispettivamente in Piazza Aranci, a Massa, e in Piazza Ingolstadt, a Marina di Carrara.

“Con te chiuderò” è il nome della manifestazione pacifica che avrà luogo Marina di Carrara a partire dalle 18 e che coinvolgerà il mondo dei bar, ristoranti, palestre e piscine, messo ancora una volta in stand-by fino al 24 novembre. “Tutti insieme per una manifestazione pacifica – scrivono gli organizzatori in una nota –  Cosa chiediamo? Di poter lavorare, osservando le distanze, stando attenti alla salute nostra e dei nostri avventori. In caso contrario, voi ci avete chiuso, voi ci dovete pagare! Portate striscioni e tanta voglia di urlare la vostra ragione. Dobbiamo essere tantissimi per farci sentire. Manterremo le distanze, ci comporteremo bene senza fare danni a cose o persone. Saremo uniti contro chi vuole una dittatura! Venite tutti con la vostra divisa da lavoro, grembiuli, giacchette, cappelli da chef, tute da ginnastica, o magari in accappatoio e costume. Facciamoci riconoscere!”

La protesta si svolgerà al tempo stesso anche a Massa, in Piazza Aranci dalle 16. “Non pagheremo questo secondo lockdown – si legge nell’annuncio – . Le politiche per il contenimento della pandemia non devono più ricadere sulle spalle di lavoratori, studenti e disoccupati. Distruggere economia, istruzione e libertà significa distruggere il nostro futuro!”