LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Edilizia scolastica, 500mila euro per la progettazione di tre istituti di Massa-Carrara

Si tratta dei licei Marconi e Repetti di Carrara e dell’Iti Meucci di Massa. Candidature entro il 5 novembre

MASSA-CARRARA – Sono 505 mila gli euro (al netto dell’iva e degli oneri contributivi) a disposizione per la progettazione definitiva ed esecutiva su tre istituti gestiti dalla Provincia di Massa-Carrara: il Servizio Patrimonio e Fabbricati dell’ente di Palazzo Ducale ha infatti pubblicato tre avvisi con cui ha avviato un’indagine di mercato per l’individuazione di professionisti ai quali affidare l’incarico. La scadenza per la presentazione delle candidature è stata fissata per le ore 12 del 5 novembre 2020.

Come si ricorderà nel mese di settembre l’amministrazione provinciale si era aggiudicata le risorse sul bando del Ministero dell’interno del gennaio 2020. L’intenzione adesso è quella di predisporre tutta la progettazione e la documentazione per poi partecipare al nuovo bando per l’edilizia scolastica 2021-2023 cercando di ottenere finanziamenti per un totale di circa 16 milioni e mezzo di euro.

Il primo avviso riguarda il liceo scientifico Marconi di Carrara per un importo di circa 198 mila euro: la progettazione, in questo caso riguarda la demolizione e ricostruzione dell’Istituto per una cifra di circa 8 milioni di euro tra opere edili, strutture, impianti meccanici ed elettrici.

Il secondo, invece, è relativo al liceo classico Repetti di Carrara, per una somma di circa 149 mila euro. In questo caso la progettazione interessa un intervento di manutenzione straordinaria per adeguamento sismico ed antincendio per un importo (tra opere edili, strutture, impianti meccanici ed elettrici) di 3 milioni e 500 mila euro.

Il terzo, infine, interessa l’Iti Meucci di Massa, per circa 158 mila euro. Il progetto riguarda la demolizione e ricostruzione del blocco laboratori ex officine per la realizzazione di aule, laboratori e servizi per un totale di 5 milioni di euro (sempre tra opere edili, strutture, impianti meccanici ed elettrici).