LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Sugli scuolabus di Pontremoli lampade ultraviolette per uccidere il coronavirus foto

Il sindaco Baracchini: «L’acquisto di questi sistemi rappresenta un importante salto avanti nella reale possibilità di intervento concreto di garantire sicurezza e salute»

PONTREMOLI – Lampade intelligenti uvc a raggi ultravioletti. È questa la tecnologia scelta dal Comune di Pontremoli e fatta installare su tutti gli scuolabus, per uccidere il virus Sars-Cov-2 in pochi minuti. Un’opzione che potrebbe servire da esempio per il territorio visto che ad oggi Pontremoli risulta l’unico Comune nella provincia di Massa-Carrara ad avere adottato questa soluzione per garantire una sanificazione il più capillare ed efficace possibile contro il virus.

«Un impegno – commenta Palazzo civico – che va a dimostrare la grande attenzione che l’amministrazione pone sulla sicurezza di bambini e ragazzi che ogni giorno salgono sui pulmini per recarsi a scuola e una garanzia per tutti i cittadini e genitori, che possono quindi contare su un metodo all’avanguardia adottato dal Comune per ottenere il massimo in termini di sanificazione, prevenzione e pulizia».

Gli interventi messi in campo agiscono sue due livelli: il primo su una sanificazione quotidiana effettuata su ogni singolo mezzo grazie all’installazione delle lampade germicida, che ha portato a un impegno di spesa di oltre 9.300 euro; il secondo, che punta su una sanificazione più approfondita con cadenza quindicinale comprendente lavaggio e sanificazione a vapore, che comporta una spesa di circa 700 euro ogni quindici giorni.

«Investimenti – dice ancora l’amministrazione – che vanno a dimostrare la lungimiranza del Comune di Pontremoli, mettendo in primo piano la sicurezza degli studenti e che non rimarranno isolati. Il Comune infatti, nell’ottica del contenimento del numero di contagi, sta già pensando all’acquisto di ulteriori macchinari idonei alla sterilizzazione degli edifici scolastici e comunali. Tecnologie all’avanguardia per cercare di mantenere intatto il diritto alla salute senza rinunciare all’istruzione, ma soprattutto la necessità di salvaguardia e prevenzione della popolazione».

«L’amministrazione comunale di Pontremoli vigila e monitora con grande attenzione l’andamento e i dati dell’emergenza sanitaria con un occhio attento sulle potenziali innovazioni che il mercato sta offrendo – ha commentato il sindaco Lucia Baracchini -. Sicuramente l’acquisto di queste lampade rappresenta un importante salto avanti nella reale possibilità di intervento concreto di garantire sicurezza e salute.  Ci siamo impegnati per garantire che tutti i nostri bambini possano esercitare i loro diritti in maniera completa e armonica, con sanificazione, pulizia, servizi e grande attenzione all’applicazione costante di tutte le misure che sono diventate lo stile di vita prioritario per ciascuno di noi, senza però dimenticare che le dimensioni sociali, relazionali, inclusive e delle autonomie sono imprescindibili nel percorso di formazione della persona. Grande cura nell’applicazione corretta delle norme e grande ausilio dato dall’utilizzo delle tecnologie più innovative quali le lampade acquistate per una mobilità scolastica all’insegna della tutela della salute di ciascuno dunque».