LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Nuovo Dpcm, Tarantino (Confimpresa): «Lavoratori in ginocchio, ci faremo portavoce»

MASSA-CARRARA – Le nuove regole contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri purtroppo non favoriscono le imprese. C’è rabbia e preoccupazione per i contenuti del nuovo Dcpm: «Molti imprenditori – interviene Daniele Tarantino, presidente provinciale nonché segretario regionale di Confimpresa – nutrono seri dubbi sulla nuova normativa anti contagio e c’è molto malcontento, soprattutto delusione e amarezza. Hanno investito per attenersi alle regole anti Covid e adesso rischiano di essere affossati».

«Molti si sono rivolti alla nostra associazione per chiedere di avviare una mobilitazione in grado di applicare alcuni correttivi al Dpcm. L’associazione Confimpresa si mette a disposizione degli imprenditori sostenendo in modo particolare i settori della ristorazione e dei baristi. Gli orari introdotti, ovvero la chiusura alle 18 nei giorni feriali e nei festivi, sono notevolmente penalizzanti . Ci faremo portavoce del loro malumore. Ciò che auspichiamo e chiediamo – aggiunge il presidente Tarantino – sono: un correttivo affinché i nostri imprenditori possano continuare a lavorare. Una velocizzazione degli incentivi per evitare il collasso ed evitare che spariscano molte attività». La situazione è incandescente. Bar, pasticcerie, gelaterie, pizzerie e ristoranti , già messi a dura prova nel lockdown primaverile, subiranno un’altra batosta da cui sarà difficile riprendersi. «E’ importante e doverosa la tutela della salute – conclude Tarantino – ma dobbiamo comunque porre altrettanta attenzione alla tutela del lavoro». Ci saranno iniziative volte a mantenere alta l’attenzione su questo tema.