LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Ripartito il maxi intervento per la fognatura nera di Ronchi: investimento da 2,5 milioni

Sopralluogo dell'assessore Guidi e dei vertici di Gaia Spa. Pianificato anche il risanamento delle tubazioni dell'acquedotto

MASSA – Dopo la visita all’impianto di depurazione Lavello 1, un altro intervento, di particolare rilievo è stato oggetto di sopralluogo da parte dell’amministrazione comunale di Massa. L’assessore ai lavori pubblici, Marco Guidi, si è recato di persona sul cantiere di posa delle nuove infrastrutture fognarie a Ronchi, per verificare lo svolgimento delle operazioni. Sul posto erano presenti anche il presidente di Gaia Spa Vincenzo Colle e la vice presidente Michela Consigli, insieme ai tecnici e agli ingegneri del Gestore per rispondere alle domande dell’assessore.

I lavori a Ronchi sono ripresi a metà settembre: il maxi intervento del gestore, iniziato nel 2018 con il primo lotto e giunto alle lavorazioni del secondo lotto, ha infatti subìto uno stop a causa della pandemia da Covid-19 in primavera e poi una pausa, per non interferire con la stagione turistico-balneare, in estate. I cantieri sono adesso stati riaperti con l’obiettivo di chiudere al più presto le lavorazioni, che prevedono la posa di oltre 16 km totali di nuova fognatura per un investimento complessivo di quasi 4 milioni di euro. Al termine dei lavori saranno 1300 i nuovi utenti allacciati per la prima volta alle fognature. Oltre a migliorare le condizioni igienico-sanitarie della abitazioni coinvolte, questo intervento avrà un impatto positivo a livello ambientale e nello specifico sulle acque di balneazione, in ottemperanza all’accordo per il miglioramento delle stesse che il gestore ha stipulato, unitamente ad altri soggetti pubblici, con la regione Toscana.

Ha dichiarato l’assessore Guidi: “Siamo soddisfatti per la ripresa dei lavori fondamentali per la zona; oltre mille utenze erano sprovviste di fognature quindi questo intervento porterà un miglioramento anche sotto il profilo ambientale oltre che una riqualificazione delle strade interessate”.

Hanno dichiarato il presidente Colle e la vice presidente Consigli: “Ospitiamo con piacere i rappresentanti dell’amministrazione sui nostri impianti e cantieri: è una occasione per fare il punto circa lo stato dell’arte dei lavori e riconfermare il nostro impegno e collaborazione nel portare a termine il prima possibile quest’opera tanto attesa.”

“Con il primo lotto – spiega Gaia – sono state posate nel 2018 oltre 7.000 metri di nuove condotte fognarie. Adesso, dopo la battuta d’arresto imposta dall’emergenza sanitaria covid-19, il gestore idrico Gaia sta portando avanti i lavori del secondo lotto del maxi intervento, ancora più sostanzioso del primo, poiché comprende l’ulteriore posa di oltre 9.500 metri di condotte fognarie in pvc e la sostituzione di 4.500 metri di tubazione acquedotto in pead, per un totale di oltre 2 milioni e mezzo di investimento”.

Nel dettaglio, il secondo lotto prevede la realizzazione di nuovi reticoli fognari a gravità a servizio di aree che finora ne sono sprovviste, con il contestuale allaccio di tutte le utenze circostanti. I cantieri di Gaia sono riferiti alle seguenti strade: via delle Vigne, via delle Macchie, via Lucca, via Siena, via Verdi, via Santa Caterina, via Santa Teresa, via degli Olmi, via Fosso Nuovo, via Fescione, via dei Fortini, via dei Fichi, via Ontani di Levante, via Ontani di Ponente, via Livorno, via dei Peri di Ponente, via dei Peri di Levante, via Volpina, via Poveromo, via Acqua del Campaccio. Contestualmente all’intervento sulla rete fognaria, è stato pianificato anche il risanamento delle tubazioni dell’acquedotto, volto alla sostituzione di alcune condotte idriche ormai vetuste.