LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

A Carrara niente suolo pubblico fino a fine 2020. De Pasquale: «Fase delicata. Tutti rispettino le regole»

«I contagi stanno tornando su numeri preoccupanti. Fondamentale che tutti si attengano alle prescrizioni e richiamino i propri clienti a fare altrettanto»

CARRARA – Niente suolo pubblico a Carrara fino a fine 2020. La giunta ha approvato oggi la proroga fino al 31 dicembre delle agevolazioni introdotte a giugno 2020 a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid – 19. Il provvedimento, in scadenza il 31 ottobre, solleva le attività dal pagamento del suolo pubblico e dei diritti di segreteria e snellisce le pratiche per il rilascio di nuove concessioni o estensione di occupazioni già esistenti.

«Con questa proroga andiamo incontro alle attività di ristorazione e somministrazione. Nel confermare la nostra volontà di sostenere questo settore, cogliamo l’occasione per invitare tutti i proprietari e i gestori di bar, ristoranti e locali a un rigoroso rispetto delle prescrizioni per il contenimento della pandemia: siamo in una fase particolarmente delicata in cui i contagi stanno tornando su numeri preoccupanti. Per questo è fondamentale che tutti si attengano alle prescrizioni e richiamino i propri clienti a fare altrettanto» ha dichiarato il sindaco Francesco De Pasquale.

L’assessore al Commercio Giovanni Macchiarini ha sottolineato come questo sia solo l’ultimo di una serie di provvedimenti presi dall’amministrazione comunale a sostegno del settore. «Come sappiamo la norma di contenimento del Coronavirus e in particolare le prescrizioni sulle distanze di sicurezza hanno fatto aumentare la richiesta di spazi di locali e ristoranti – ha precisato Macchiarini – Nei mesi scorsi, per questo, abbiamo esteso l’orario della zona a traffico limitato di via Rinchiosa, oltre a recepire le agevolazioni sul suolo pubblico inserite nei Decreti del governo che oggi abbiamo prolungato fino a fine anno».