LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Mia madre, 83 anni e positiva al Covid, da due settimane in attesa dell’esito del tampone»

Un cittadino di Carrara scrive a Usl Toscana nord ovest. La risposta dell'azienda sanitaria: "Il tampone è stato effettuato oggi, 24 settembre, appena appreso che il precedente purtroppo non risultava presente tra quelli da refertare"

CARRARA – “Mia madre, di 83 anni, da giorni attende l’esito del tampone, che sembra sia andato perso”. Inizia così lo sfogo di un cittadino di Carrara, che con una lettera si rivolge all’azienda Usl Toscana nord ovest per chiedere spiegazioni su una situazione che lui stesso definisce “scandalosa”. “Quel tampone – spiega – sembra sia andato perso (avete capito bene, avete perso un tampone di una donna di 83 che vive sola, segregata in casa da 20 giorni). Inoltre gli era stato confermato che ieri sarebbe passato qualcuno a fare un nuovo tampone, ma non si è chiaramente visto nessuno. Per non parlare del fatto che non le è stato permesso di votare, dato che nessuno si è fatto vivo in proposito, o che ha in casa l’immondizia da 10 giorni perché l’efficiente servizio Carrarino non è passato, ma questa è un’altra storia.

Ritengo scandaloso – prosegue – che sia impossibile contattare il vostro ufficio e che i numeri che avete messo a disposizione dei cittadini siano inaccessibili o, le rare volte che squillano, non risponda mai nessuno. State giocando con la salute dei cittadini e non lo permetterò”.

In merito alla vicenda è proprio l’azienda sanitaria a intervenire per fare chiarezza: “L’Azienda Usl Toscana nord ovest precisa che la signora era risultata positiva ad un tampone lo scorso 9 settembre e che il test era stato ripetuto dal personale Usca, come da protocollo, in data 17 settembre. Appena appreso che purtroppo il tampone non risultava presente tra quelli da refertare, la struttura di Igiene della zona delle Apuane si è attivata ed ha richiesto un tampone urgente, che è stato effettuato oggi (24 settembre) sempre dal personale Usca dell’ambito di Massa Carrara. Se l’esito, come auspicabile, risulterà negativo, verrà richiesto un altro tampone in urgenza per confermare il prima possibile la negatività della donna”.