Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Da Filattiera alla Formula 1, Simone Ferrari trionfa con l’Alpha Tauri a Monza

C'è anche un pezzo di Massa-Carrara sul gradino più alto del podio del Gran Premio più amato dagli italiani, grazie al lavoro del meccanico lunigianese

MONZA – Lo scorso weekend si è tenuta, nello storico autodromo di Monza, la novantunesima edizione del Gran Premio d’Italia. Un mondiale di Formula 1 particolare, accorciato dalla pandemia e dominato dalle frecce nere della Mercedes.

Ieri, domenica 6 settembre, però sul gradino più alto del podio brianzolo non c’era nè il campione del mondo in carica Lewis Hamilton, nè il compagno Valtteri Bottas, ma il francese Pierre Gasly, pilota della scuderia romagnola Alpha Tauri, ex Toro-Rosso/Minardi. Nonostante la disfatta delle Ferrari, l’inno di Mameli ha risuonato durante la premiazione gratificando il lavoro della scuderia di Faenza. Una vittoria che mancava dal 2008 quando, sempre a Monza, un giovanissimo Sebastian Vettel portava a casa il primo trofeo della carriera.

Una piccola parte della vittoria arriva anche nella provincia di Massa-Carrara e più in particolare nel comune di Filattiera, paese di Simone Ferrari che dall’ottobre del 2019 fa parte del team romagnolo in qualità di meccanico.

Una vittoria che corona la sua giovane carriera, iniziata nel 2017 nelle fila della scuderia Piacentina AF Corse, dopo la formazione nella Motorsport Technical School.

Un sogno che diventa realtà, un pezzo di storia del motorsport che rimarrà indelebile nel cuore dei molti tifosi della scuderia italiana e nel cuore di Simone, che potrà tornare nella sua Filattiera da vincitore nel gran premio più amato dagli italiani.