LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Le Istituzioni Informano di La Voce Apuana - Comune di Carrara

Tutela e benessere degli animali, approvato il nuovo regolamento

Più informazioni su

CARRARA – Via al nuovo regolamento per la tutela ed il benessere degli animali, approvato nel Consiglio Comunale dello scorso mercoledì. “Devo ringraziare la commissione per il grande lavoro svolto, il settore per il documento che ci ha presentato, l’ASL veterinaria e le associazioni che hanno preso parte al tavolo di lavoro per gli importanti spunti e suggerimenti portati” – apre la presidente della commissione quarta Tiziana Guerra – Si tratta di un documento corposo e completo al quale abbiamo lavorato a lungo anche con l’analisi puntuale e la verifica dei contenuti con quanto previsto in altri regolamenti e settori, come quello del commercio, delle attività produttive e di polizia municipale. Essendo un documento che tocca moltissimi aspetti ci siamo impegnati al massimo, ma siamo coscienti che possa essere sfuggita qualche riflessione o qualche particolare a cui prestare attenzione, per questo restiamo disponibili per recepire suggerimenti dai cittadini e migliorare ulteriormente il testo”.

In effetti quello approvato è un regolamento articolato in aree specifiche relative a cani, gatti, volatili, animali acquatici e rettili, equini, animali esotici ed altro, che recepisce al suo interno sia la normativa nazionale sia quella regionale in materia di animali, oltre quanto previsto dalle linee Cites. Introduce anche molte novità: una di queste è l’adozione di un cane a distanza, ossia la possibilità di adottare un cane di canile. Con questa formula sarà possibile prendersi cura di un cane, recarsi a trovarlo in accordo con chi gestisce la struttura dove si trova e portarlo a passeggio, con la consapevolezza che, per il bene dell’animale, rimarrà comunque adottabile da chi vorrà accoglierlo in famiglia.

Per quel che riguarda i circhi, sono stati dedicati articoli e allegati che definiscono regole precise e stringenti per l’attendamento. È tra le novità anche l’accesso di animali di affezione in visita a degenti presso strutture sanitarie ospedaliere, pubbliche e private accreditate, nonché la normazione della Pet Therapy, facendosi il Comune promotore nel suo territorio di attività di cura, riabilitazione e assistenza delle persone con l’impiego di animali. Viene inoltre introdotta la possibilità di accedere ai cimiteri del territorio col proprio cane, seguendo le corrette regole di conduzione. Il regolamento dedica spazio importante alla questione dei cani morsicatori, alle responsabilità del conduttore, alla corretta gestione dell’animale nei luoghi pubblici. La detenzione degli animali è disciplinata in maniera precisa e dettagliata, con informazioni specifiche che partono dal luogo e modo in cui lo si detiene fino alle cure sanitarie. Sono disciplinati anche i casi nei quali viene vietata la detenzione di animali, che scatta ad esempio la mancata rispondenza tra metodi di detenzioni attuati e normativa a tutela degli animali, oppure quando per due volte non si denunci lo smarrimento dell’animale i non lo si recuperi dal canile quando catturato dal servizio di recupero. Infatti sia i casi di  smarrimento che rinvenimento sono disciplinati dal regolamento. Il tema del maltrattamento è stato gestito con particolare scrupolosità che ha portato ad un articolo, l’11, composto da ben 17 commi che indicano obblighi derivanti dalla corretta detenzione dell’animale. Vengono finalmente inclusi in un regolamento anche gli sgambatoi, per i quali si definiscono le caratteristiche e dotazioni principali. Sono previsti momenti di formazione che possono essere dedicati alle associazioni del territorio ma anche a chi è intestatario di colonia felina, in modo che possa avere le giuste nozioni di gestione della stessa.

“Si tratta quindi di un lavoro complesso e importante – conclude Guerra -, uno strumento completo che ha lo scopo di permettere a chiunque di sapere come gestire un animale rispettando la normativa vigente, è una sorta di vademecum che obbligatoriamente definisce nella disciplina finale anche quali sono le sanzioni a cui va incontro chi non rispetta l‘animale o  è irrispettoso verso la comunità intera”.

Più informazioni su