LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Bambini e Con-vivere, in programma conferenze e letture in presenza

CARRARA – La crisi educativa, i bambini e i loro diritti avrano due focus importanti all’interno del Festival Con-vivere, in programma da giovedi 10 a domenica 13 settembre. Il primo, con la professoressa Paola Milani e la conferenza I bambini dopo la pandemia. Bisogni, diritti, vulnerabilità e inediti sentieri per l’azione, in programma domenica 13 settembre alle 18 presso il giardino di Palazzo Binelli.

Il tema della scuola e il diritto all’istruzione sarà, invece, al centro dell’intervento di Franco Lorenzoni (maestro elementare e fondatore della Casa-laboratorio di Cenci, un centro di sperimentazione educativa) in dialogo con la consulente scientifica del Festival Chiara Saraceno su “I doveri degli adulti e della scuola per garantire i diritti dell’infanzia”, sabato 12 settembre ore 21,30 presso il giardino Palazzo Binelli.

Paola Milani è docente ordinario di Pedagogia Sociale e Pedagogia delle Famiglie, vincitrice del Premio ITWIIN per le donne inventrici e innovatrici nel 2018 per la categoria Capacity Building, rappresentante italiano dell’European Family Support Network della Commissione Europea. Research leader del Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare dell’Università di Padova, responsabile di P.I.P.P.I., Programma di Intervento Per Prevenire l’Istituzionalizzazione, il più ampio programma mai finanziato nella storia delle politiche sociali in Italia per il contrasto alla vulnerabilità familiare, premiato come il progetto migliore nell’area della riduzione delle disuguaglianze al Premio Pubblica Amministrazione sostenibile 2019 e come primo progetto europeo per la sezione
Methods and Tools all’European Social Network Award 2019. Autrice di più di 250 pubblicazioni scientifiche, sia a livello nazionale che internazionale, fra cui Educazione e famiglie. Ricerche e nuove pratiche per la genitorialità, per i tipi Carocci. Franco Lorenzoni È stato maestro elementare per 40 anni. Nel 1980 ha fondato la Casa-laboratorio di Cenci ad Amelia: un luogo di ricerca educativa che promuove campi scuola e stage residenziali di formazione per insegnanti su tematiche ecologiche, scientifiche e interculturali. Per questa attività nel 2011 ha ricevuto, insieme a Roberta Passoni, il Premio

Lo Straniero. Collabora alle riviste internazionale.it, Cooperazione Educativa, Gli Asini, La vita scolastica e con il quotidiano la Repubblica. Nel 2020 ha ricevuto la Laurea honoriscausa dall’Università Bicocca di Milano. Attivo nel Movimento di Cooperazione Educativa, ha pubblicato, tra gli altri, L’ospite bambino (Perugia 2002); Con il cielo negli occhi (Molfetta 2009); I bambini pensano grande (Palermo 2014); Orfeo, la ninfa Siringa e le percussioni pazze dei Coribanti (Tolentino 2017); Quando gli animali andavano a piedi (Roma 2018); I bambini ci guardano (Palermo 2019). Si ricorda che per tutti gli eventi di questa edizione di con-vivere è necessaria la prenotazione. La procedura è semplice: basta collegarsi e registrarsi sull sito del Festival: www.con-vivere.it . Per qualsiasi info o necessità è comunque possibile contattare la segreteria del Festival nei seguenti giorni e orari: dal lunedì al venerdì, tutte le mattine dalle 9.30 alle 12.30 ed i pomeriggi dalle 14.30 alle 16.30; il numero da contattare è lo 0585 55249 oppure allo 334 1182963.

Per i bambini, sempre nel contesto di Con-vivere, si terranno anche “letture con distanziamento”. Due gli appuntamenti dedicati ai più piccoli, entrambi dedicati alla lettura, in linea con la nomina di “città che legge” ottenuta da Carrara. Si svolgeranno al mattino, per garantire maggior tranquillità nella gestione di tutti gli eventi in programma.

Eccoli nel dettaglio. Il primo sabato 12 settembre alle ore 11.00 presso il Cortile Scuola Figlie di Gesù, “Tutti
diritti ad ascoltare le storie!”: letture per bambini da 0 a 8 anni a cura dei Lettori volontari della Biblioteca Civica “C. V. Ludovici”. Un momento di lettura per stimolare conoscenza e riflessione attorno ai diritti dei bambini, elencati nella Convenzione dei diritti dell’infanzia del 1989. Che sono tantissimi, senza distinzione di razza, colore, sesso, lingua, religione, opinione pubblica. I bambini hanno il diritto di stare assieme agli altri, il diritto al tempo
libero e a dedicarsi alle attività che più gli piacciono.

Il secondo, domenica 13 settembre alle ore 11.00 presso il Cortile Scuola Figlie di Gesù su “Il diritto di leggere” è dedicato ai bambini e ragazzi dai 5 ai 13 anni ed è a cura di LaAV Carrara – Letture ad Alta Voce: nel caldo letto la sera, nel posto di fianco al finestrino durante il tragitto per andare a scuola o in vacanza, nella poltrona della sala d’attesa prima di entrare dal dentista, sotto il sole, sul divano, all’ombra di un albero… Apro le pagine, leggo e sogno. Il mio diritto di leggere? “Sempre” e posso scegliere il mio momento, il mio angolo e la mia lettura.